cerca CERCA
Lunedì 05 Dicembre 2022
Aggiornato: 16:17
Temi caldi

Raggi: ''Per turisti ipotesi pagamento multe con pos''

07 giugno 2019 | 15.53
LETTURA: 3 minuti

Sindaca di Roma: ''Nuove regole per convivenza civile''. Stop a centurioni e daspo per chi fa bagno in fontane

alternate text
Raggi presenta a delegazione messicana progetto 'Mi riscatto per Roma' (Adnkronos)

"Abbiamo scritto una nuova pagina sulle regole di convivenza civile della nostra città, adeguando un corpus normativo ad una società diversa da quella di 70 anni fa. E’ stato un percorso non semplice né breve ma faticoso e appassionante’’. Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi presentando, nella sede del comando generale della polizia locale, il nuovo regolamento di polizia urbana, approvato ieri sera in assemblea capitolina (VIDEO). "Dai divieti sul consumo di alcol da una certa ora ai centurioni, sono stati tipizzati tutta una serie di comportamenti e inseriti nel nuovo regolamento, in questo modo viene superata l’era delle ordinanze’’. "E’ un corpus che tende non solo a vietare ma prevede anche nuove regole per la convivenza civile perché la libertà di ognuno finisce dove inizia quella degli altri’’.

''Per turisti ipotesi pagamento sanzioni con pos'' - "Sulle sanzioni a breve sarà approvata in Giunta una delibera. Sappiamo che con i turisti spesso è difficile riscuotere i soldi, per questo rilancio la possibilità di pagamento delle sanzioni attraverso il pos'', ha aggiunto Raggi. "Da parte mia ho iniziato a scrivere ai vari ambasciatori per informarli su cosa è vietato nella nostra città. Faremo tornare un senso civico a quei turisti che vengono a Roma e pensano di poter fare quello che vogliono''.

Raggi ad ambasciatori: 'Stigmatizzare comportamenti di chi danneggia capitale'' - "Ho iniziato a scrivere agli ambasciatori per segnalare le condotte dei loro concittadini che hanno causato danneggiamenti al nostro patrimonio o che sono stati protagonisti di condotte vietate come i bagni nelle fontane. Questo è un primo step. Poi vedremo insieme come svilupparlo", ha detto ancora la sindaca di Roma rispetto all'ipotesi di una sorta di 'black list', in accordo con le ambasciate, dei turisti non graditi nella capitale. "Ritengo fondamentale far capire agli ambasciatori che ci sono specifici comportamenti che devono essere isolati e stigmatizzati per non creare un sentimento di distanza tra cittadini e turisti, che non ha motivo di esistere. Sono pochi episodi che vanno pero' condannati. Roma è e sarà sempre accogliente ma non vuol dire tollerare comportamenti vietati, danni e imbrattamenti della nostra città. Credo che avviare un rapporto con gli ambasciatori sia un modo molto rispettoso per veicolare un messaggio anche oltre i nostri confini".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza