cerca CERCA
Lunedì 05 Dicembre 2022
Aggiornato: 19:45
Temi caldi

Rai: Fico, Renzi ci ascolti o sarà battaglia durissima

09 luglio 2015 | 15.57
LETTURA: 3 minuti

Così com'è riforma rende azienda schiava del governo, ma maggioranza pensa a inciuciare con Fi

alternate text

Se sulla riforma Rai "non verranno approvati i nostri emendamenti o accolte parti consistenti delle nostre proteste sarà battaglia durissima, che condurremo usando tutti gli strumenti che il Parlamento consente". Ad avvertire governo e maggioranza è Roberto Fico, presidente della commissione di Vigilanza Rai e membro del direttorio M5S, che fa il punto con l'Adnkronos dopo il via libera della commissione al testo, che ora passa all'esame dell'Aula. "In questi giorni in commissione - dice Fico - abbiamo visto che il Pd, come al solito, preferisce dialogare con Fi e con Gasparri in particolare, autore della legge che i dem sembrano voler contestare. Noi abbiamo cercato un dialogo in tutti i modi, abbiamo presentato 29 emendamenti, tutti di merito, che andavano a modificare una legge, quella di Renzi, che da nessun punto di vista ci piace e che rende la Rai, che per antonomasia dovrebbe essere autonoma e indipendente, mera schiava del governo".

"Io personalmente - racconta il presidente della Vigilanza - ho incontrato il sottosegretario Giacomelli e gli ho consegnato un memorandum con tutti gli emendamenti del M5S e una spiegazione motivata delle proposte di modifica. A parole Giacomelli, quindi il governo, si è mostrato disponibile, ma così poi non è stato in commissione. Ora aspettiamo il governo al varco, alla prova dell'Aula". Ma il presidente della Vigilanza si mostra scettico. "Dopo 24 mesi posso esprimere con franchezza, dati alla mano, come il dialogo col Pd - accusa Fico - sia un enorme bluff. Il partito del premier non ha mai rispettato l'opposizione del Paese, facendo buon viso e cattivo gioco. L'obiettivo non è ingannare noi, ma i cittadini italiani: la verità è che il Pd è il vero partito del no".

"La Rai è una materia strettamente parlamentare e dunque dovrebbe portare a un dialogo vero e costruttivo - prosegue - ma come al solito Renzi si farà da solo la riforma, ricorrendo a qualche inciucio con Fi visto che in Senato non ha i numeri". Il rischio, che è più una certezza per Fico, "è che Renzi consegni al Paese la legge peggiore che sia stata mai scritta sulla governance del servizio pubblico, una riforma che ci porta ad essere paragonati a Paesi come la Bulgaria e la Moldavia". Il governo, dunque, "è avvisato: cambi la riforma o sarà battaglia durissima", ribadisce.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza