cerca CERCA
Martedì 28 Giugno 2022
Aggiornato: 18:21
Temi caldi

Rai, Pd pronto a "protesta clamorosa"

01 aprile 2019 | 16.37
LETTURA: 3 minuti

I dem contro "l'occupazione di Lega e M5S. Tg proni alla propaganda di governo". Appello all'Agcom

alternate text
(Afp)

"Oramai si deve parlare apertamente di occupazione della Rai da parte di Salvini, dominus incontrastato, e di Di Maio. Una presenza sfacciata e arrogante, incompatibile con le regole di un paese democratico quale dovrebbe essere il nostro. I dati diffusi dall'Eurispes sulla presenza politica nel servizio pubblico, e non solo, sono sconcertanti: opposizione e Pd quasi cancellati a vantaggio di Lega e 5 Stelle". Lo denuncia Marco Miccoli, coordinatore comunicazione del Pd.

"Salvini con Di Maio la fanno da padroni in quasi tutti i contenitori dell'informazione soprattutto in quelli della Rai, a partire dai Tg, proni alla propaganda di Governo. Leggiamo con sconcerto dal rapporto Eurispes che 'Salvini ha raccolto, tra ottobre 2018 e marzo 2019, quasi 900 presenze (871 per l'esattezza) nelle titolazioni di Tg delle 7 testate generaliste nelle edizioni di prime time. Luigi Di Maio, fatto registrare 656 presenze , sempre nello stesso periodo. Il premier Giuseppe Conte a sua volta 682 presenze'", sottolinea.
"Un diluvio, soprattutto nel servizio pubblico, pagato da tutti i cittadini e invece asservito ai voleri della maggioranza, che ammazza il pluralismo e ne rinnega la mission. L'Agcom faccia sentire la sua voce, è necessario un intervento urgente di riequilibrio che ristabilisca la funzione del servizio pubblico: quello di informare correttamente i cittadini e non fare il megafono di Salvini. Per di più l'occupazione gialloverde si sta traducendo in una perdita di ascolti per gli stessi Tg Rai. Un governo quello giallo verde che rovina e soffoca qualsiasi cosa finisca nelle loro mani. Sappiano i nuovi occupanti che su questa vergogna non resteremo a guardare e metteremo in campo tutte le iniziative necessarie, anche ricorrendo a forme clamorose di protesta. La democrazia e il pluralismo vanno difesi e noi non ci tireremo certo indietro", conclude Miccoli.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza