cerca CERCA
Domenica 27 Novembre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Rai, Turco nel mirino ma i vertici M5S lo difendono: "Non ha mai trattato sui Tg"

19 novembre 2021 | 14.02
LETTURA: 2 minuti

Entourage Conte: "Vicepresidente a Palazzo Chigi è stato solo informato". Tensioni al Senato, Di Nicola: "Sono indignato"

alternate text

Resta alta la tensione all'interno del M5S dopo la partita sulle nomine Rai. In queste ore, a finire nel mirino dei malpancisti, è il senatore Mario Turco, vicepresidente del Movimento 5 Stelle e fedelissimo di Giuseppe Conte. "Turco ha trattato per conto di Conte, nascondendolo ai gruppi parlamentari. Ci avevano detto che nessuno per conto del Movimento aveva trattato e invece hanno trattato e fallito. Turco sapeva tutto. Hanno fatto saltare il banco per andare a elezioni anticipate...", l'accusa che viene mossa da una fonte parlamentare.

Al centro dei malumori, l'incontro che sarebbe avvenuto martedì sera a Palazzo Chigi tra Turco e Antonio Funiciello, capo di gabinetto del premier Mario Draghi. Ma dai vertici pentastellati arriva un'altra versione: nessuna trattativa con Turco - rimarcano dall'entourage di Conte - il vicepresidente M5S è stato convocato a Palazzo Chigi e in quella sede è stato informato della lista dei nomi dei direttori dei tg, che la mattina seguente, mercoledì 17, è arrivata al Cda di Viale Mazzini. Insomma, Turco, secondo i vertici M5S, sarebbe stato informato di decisioni già prese: "Ha ricevuto solo una informativa il giorno prima a trattative già chiuse, visto che poi a breve sarebbero usciti sui giornali i nomi dei direttori tg", viene precisato.

I malumori però non si placano. Raccontano all'Adnkronos di una ennesima riunione informale, che avrebbe avuto luogo ieri, giovedì, a Palazzo Madama. Presente, tra gli altri, il ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli. Durante l'incontro il vicepresidente della Commissione di Vigilanza Rai Primo Di Nicola avrebbe usato parole forti, dicendosi "stupefatto" e "indignato" per i retroscena giornalistici che parlavano di un ruolo attivo di Turco nella trattativa sulle nomine del servizio pubblico.

"Perché non ci avete avvertito? Perché abbiamo dovuto apprendere tutto dalla stampa?", avrebbe domandato Di Nicola, che pure aveva partecipato alla riunione fiume di mercoledì con Conte a Palazzo Madama per concordare la linea dell'Aventino M5S in Rai. Una linea condivisa con i capigruppo di Camera e Senato e con i commissari grillini in Vigilanza.

(di Antonio Atte)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza