cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 20:05
Temi caldi

Milano: rapinavano gioiellerie del centro, arrestati

24 giugno 2014 | 19.20
LETTURA: 2 minuti

Fermati una donna e tre uomini, due di loro incensurati. Uno, impiegato in un grande magazzino di corso Vercelli, avrebbe fornito agli altri informazioni sugli obiettivi da colpire

alternate text

Quattro persone, tra cui tre uomini di origine campana e una donna originaria del milanese, tutti residenti tra Milano e Buccinasco, sono state arrestate questa mattina a Milano dalla polizia, in seguito alle indagini su una serie di rapine avvenute lo scorso mese di maggio in alcune gioiellerie del capoluogo lombardo. I quattro, di cui due incensurati e due con precedenti penali, sono ritenuti responsabili in particolare delle rapine ai danni di due gioiellerie in largo Settimio Severo e in corso Genova, nella zona di corso Vercelli, che avevano fruttato alla banda rispettivamente 264mila e 63mila euro.

Le modalità erano le stesse: uno dei tre uomini entrava nella gioielleria in compagnia della donna fingendo di essere interessato a un acquisto; quindi colpiva e immobilizzava i dipendenti, consentendo al terzo complice di entrare armato. L'altro uomo operava come palo. Per tutti sono scattate le manette.

Secondo quanto riferito dagli investigatori, uno dei quattro, impiegato in un grande magazzino di corso Vercelli, avrebbe fornito agli altri informazioni sugli obiettivi da colpire. L'uomo sarebbe indagato, in particolare, per i fatti legati alla prima rapina. Le indagini proseguono per fare luce sugli altri colpi che i quattro stavano pianificando. Nel corso dell'operazione, denominata 'Dark Lady', inoltre, sono state sequestrate due pistole. Una calibro 7.65, risultata provento di furto e una pistola replica.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza