cerca CERCA
Lunedì 16 Maggio 2022
Aggiornato: 13:30
Temi caldi

Rassegna stampa: il lavoro nei quotidiani di oggi

24 novembre 2016 | 09.44
LETTURA: 5 minuti

alternate text

"Ogni politica di sanzioni economiche, ossia di blocco commerciale, è decisamente più nefasta di quanto normalmente non sia. Di qui la saggezza di Trump (può apparire inappropriato definire saggio il nuovo presidente degli Stati Uniti ma, avrebbe detto Friedrich Hegel, esiste un'astuzia della ragione che né i Clinton né gli Obama conoscono) che subito ha precisato di voler favorire l'abolizione delle sanzioni nella negoziazione preferenziale che vuole aprire con la Russia. Sicché è probabile che il commercio con quest'ultima avrà un grande balzo in avanti con benefici molteplici non solo per l'Italia, ma per l'Europa tutta. Peraltro, solo così si potranno forse porre le basi di una ripresa che ostacoli la spinta suicida della deflazione a trazione teutonica, rinverdita in questi giorni dalle provocazioni del ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schauble. È questo ciò che tutti dovrebbero augurarsi, di là delle stucchevoli polemiche sui conflitti d'interesse del tycoon-presidente che scaldano solo gli animi dei circoli italiani e di qualche dem americano che pensa di essere ancora in campagna elettorale". Lo scrive su 'Il Messaggero' l'economista Giulio Sapelli.

"Il made in Italy diventa un diploma triennale grazie a un progetto di Altagamma, Assolombarda, Miur, Regione Lombardia e il Politecnico di Milano che formerà 300 studenti l'anno da inserire nelle 200 aziende che aderiranno all'iniziativa che sorgerà nell'ex area Expo. L'idea è di dare un contributo, non dico a risolvere ma ad affrontare in problema. L'educazione professionale dovrebbe dare una risposta a questa mancanza di competenze: in Italia gli istituti tecnici superiori formano 5.600 persone all'anno, in Germania 880mila". Così, in un'intervista a 'La Repubblica', Andrea Illy presidente di Altagamma.

"I nostri soci sanno che il cambiamento è richiesto dalla legge e che non ci sono alternative. Ma sanno anche che questa banca è solida, ben radicata. Speriamo che questa svolta rappresenti un altro passo verso l'evoluzione futura. Auspichiamo la formazione di un gruppo di soci che garantiscano stabilità. Alcuni si stanno già manifestando. C'è un'associazione che raggruppa il 6/7% dell'azionariato che sta prendendo forma. Ci sono delle fondazioni che collaborano da tempo con noi. Ci auguriamo inoltre l'ingresso di altre fondazioni che provengono da storie bancarie diverse dalla nostra. Poi c'è il mondo dell'imprenditoria e degli investitori finanziari e istituzionali". Così, in un'intervista a 'Il Resto del Carlino' l'a mministratore delegato di Bper Alessandro Vandelli.

"Il sistema degli ammortizzatori sociali nell'ultimo anno è profondamente cambiato e ancora cambierà in futuro. Nel 2015 coesistevano più trattamenti (fino a maggio i sussidi di disoccupazione, Mini Aspi e Aspi, prevedevano requisiti più stringenti e durate inferiori rispetto al nuovo istituto della Naspi che li ha sostituiti) e questo spiega l'aumento. Immaginiamo, insomma, la Naspi come una sorta di raccoglitore di istituti diversi. Servono investimenti strutturali per accelerare l'accenno di ripresa registrato in questi ultimi mesi. Senza una vera ripresa non può esserci azienda interessata ad assumere, anche in presenza di forti incentivi. Per il semplice fatto che il lavoratore serve solo all'impresa che ha necessità di produrre. Con la legge di Bilancio per il 2017 il governo si è mosso per rafforzare le due misure, dopo un primo intervento nel 2016. Mi pare una grande opportunità anche per le piccole e medie imprese. I consulenti del lavoro hanno intercettato già da tempo il crescente interesse nei distretti produttivi per il welfare e i premi. Oggi, infatti, è possibile contenere il costo del lavoro con la previsione di misure premiali anche attraverso la negoziazione con le rappresentanze sindacali". Così, in un'intervista a 'Il Resto del Carlino', Marina Calderone, presidente del Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza