cerca CERCA
Venerdì 14 Maggio 2021
Aggiornato: 21:20
Temi caldi

Rassegna stampa: il lavoro nei quotidiani di oggi

27 ottobre 2015 | 10.02
LETTURA: 6 minuti

alternate text

"Non ci aspettiamo reazioni isteriche da parte dei consumatori e quindi non temiamo un tracollo dei consumi, che peraltro sono in calo fisiologico da anni e risultano perfettamente allineati alle medie consigliate dagli scienziati. Il settore agroalimentare in Italia contribuisce a circa il 10-15% del prodotto interno lordo annuo, con un valore complessivo pari a circa 180 miliardi di euro; di questi, circa 30 miliardi derivano dal settore delle carni e dei salumi, includendo sia la parte agricola che quella industriale; le diverse filiere danno lavoro a circa 125.000 persone a cui va aggiunto l'indotto". Così, in un'intervista a 'Avvenire', Francois Tomei, direttore di Assocarni.

"Certo che l'Agenzia delle entrate rischia di morire. La vogliono smontare, mi sembra evidente. E sarebbe un suicidio, perché quella è l'unica riforma della pubblica amministrazione che ha funzionato negli ultimi 15 anni. Lei non c' entra niente in questa storia. La Orlandi applica le direttive del governo come fanno i funzionari dello Stato. E lei è un ottimo funzionario". Così, in un'intervista a 'Il Corriere della Sera' Vincenzo Visco.

"Francamente non ci stiamo a stare in un Governo che accetta di farsi dire in pubblico che si stanno lasciando morire le Agenzie fiscali non da un oppositore politico ma da chi ha il compito di dirigerle. Delle dimissioni non mi importa nulla. Ciò che voglio è che questo principio sia chiarito senza alcuna ombra di dubbio. Altrimenti questo non è più un Governo credibile quando afferma - come ha fatto più volte e ribadito anche oggi nella nota del ministro Padoan - che sta lavorando per potenziare la lotta all'evasione". Così, in un'intervista a 'Il Sole 24 Ore', il sottosegretario all'Economia, Enrico Zanetti.

"E' chiaro che un investimento in cultura è un grande contributo alla crescita economica del paese. Io l'ho detto il primo giorno, mi sento chiamato a guidare il ministero economico più importante. La politica nazionale non c' ha creduto, se ci crede darà un grande contributo a creare occupazione e a tutelare il patrimonio. Così, in un'intervista a 'Il Sole 24 Ore', il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini.

"Il valore che il mondo riconosce a Milano nasce proprio dall'essere una porta d' accesso a tutta l'Italia. Se Milano accetta quel ruolo di locomotiva che ha ricoperto nei suoi periodi migliori, come sostiene da tempo il direttore di questo giornale, fa il bene del Paese ma anche il proprio. Se invece si isola perde competitività rispetto alle altre metropoli mondiali". Lo scrive su 'Il Sole 24 Ore', Giovanni Azzone, rettore del Politecnico di Milano.

"Il Senato può sicuramente migliorare il testo della legge di Stabilità, ma senza intaccare i saldi e salvaguardando i muri maestri che danno a questo provvedimento una chiara fisionomia espansiva. L'innalzamento della soglia dei 3mila euro del contante serve a rendere più facile la vita ad alcuni settori d'impresa, ad esempio quella del turismo. Il tutto senza allentare il contrasto all'evasione come dimostra il lavoro fatto dal Governo con l'incrocio delle banche dati e la lotta ai paradisi fiscali". Così, in un'intervista a 'Il Sole 24 Ore', Giorgio Tonini, presidente della commissione Bilancio del Senato.

"L'Italia è il secondo beneficiario dei fondi europei ma resta uno dei peggiori utilizzatori, soprattutto per colpa di Campania, Calabria e Sicilia che hanno speso meno del 70% dei fondi 2007-2013 con rischio elevato di disimpegno automatico. Alcuni dei principali risultati del periodo 2007-2013 riguardano proprio questo aspetto: 47.000 nuovi posti di lavoro creati, supporto a 3.700 start-up e a più di 26.000 piccole e medie imprese. Inoltre la copertura della banda larga è stata estesa a più di 940mila nuovi utenti in tutte le regioni e gli impianti di depurazione delle acque reflue ora servono oltre 1 milione di persone in più". Così, in un'intervista a 'Il Sole 24 Ore', la commissaria alle Politiche regionali, Corina Cretu.

"Il tema della modernizzazione della pubblica amministrazione è certamente uno di quegli argomenti centrali per il futuro del paese". Lo scrive su 'Italia Oggi', Rosario De Luca, presidente della Fondazione Studi dei consulenti del lavoro. "Non c'è alcun dubbio -afferma- che se si vuole guardare con ottimismo al futuro delle nuove generazioni non si può restare inattivi su un terreno che però si presenta ricco di insidie. Lo stato attuale dell'innovazione tecnologica e della sua applicazione nella Pa è testimoniabile dalle numerose indagini statistiche elaborate e dall'sperienza diretta dei professionisti, chiamati ogni giorno (gratuitamente) a cercare di far fronte ai pubblici disservizi nel tentativo di mettere il cittadino in condizione di poter godere dei propri diritti".

"I consulenti del lavoro -afferma- che gestiscono nel loro studi oltre 7 milioni di rapporti di lavoro relativi a oltre 1.300.000 aziende, devono giornalmente combattere con le disfunzioni tecnologiche dell'Inps, istituto lungi dall'essere al passo con i tempi e idoneo a soddisfare le esigenze dei cittadini. Disfunzioni che complicano le attività degli studi e delle aziende, pesantemente penalizzati dallo sperpero di risorse umane e di tempo, necessarie per tamponare le frequentissime disfunzioni del sistema informatico e di archiviazione dell'Istituto".

"Duplicazione di richieste -rimarca Rosario De Luca- mancato aggiornamento di archivi, erronee contabilizzazioni sono l'amara realtà con cui si deve confrontare. E questo nonostante che i consulenti del lavoro fungano mensilmente da data entry gratuito e precisissimo, con l'imputazione dei dati che permettono l'aggiornamento automatico della posizione previdenziale dei lavoratori subordinati. Sulla risoluzione di queste disfunzioni che si dovrebbero concentrare le attenzioni della nuova governance Inps senza disperdersi in chimere e polemiche sterili fini a se stesse".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza