cerca CERCA
Giovedì 27 Gennaio 2022
Aggiornato: 14:27
Temi caldi

Rassegna stampa: il lavoro nei quotidiani di oggi

16 ottobre 2014 | 10.06
LETTURA: 3 minuti

La legge di stabilità del governo al centro delle pagine dei giornali in edicola.

alternate text

"Siamo convinti che le scelte adottate siano giuste nell'interesse dell'Italia e dell'intera zona euro. Mi riferisco alla diminuzione della pressione fiscale, alla lotta all'evasione, alla spending review, all' aumento del potere d' acquisto. Vogliamo porre le basi per favorire la ripartenza della crescita. Stiamo applicando le politiche e le regole comuni e non chiediamo deroghe per l'Italia". Così, intervistato dal Mattino, il sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri, Sandro Gozi.

"Bisogna adottare politiche nuove -spiega Gozi- utilizzando la massima flessibilità possibile, così come i leader Ue hanno convenuto prima della pausa estiva nell'agenda dell'Unione che ha prima indicato i nuovi obiettivi strategici e i nuovi metodi per il suo cambiamento e poi, alla luce di questi, ha designato il nuovo presidente della Commissione Juncker".

"A Matteo rispondo senza problemi: quattro miliardi di tagli per le Regioni sono davvero tanti, sentendo i miei colleghi non vedo proprio tutti questi margini". Così, intervistato da 'La Stampa', il presidente della Regione Piemonte e della conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino, sulla legge di stabilità.

"Penso che il premier -continua Chiamparino- non parlasse della situazione del Piemonte. Se così fosse, sarei contento: non intendo aumentare le tasse; significherebbe che, quando lo incontreremo, il governo sarebbe disposto a darci una mano senza chiederci di spingere al massimo la leva fiscale. No, Matteo si riferiva all'allarme che ho lanciato sul fronte delle Regioni nel loro complesso".

"Negli ultimi 40 anni la tradizionale amicizia tra Italia e Vietnam è fiorita in ogni campo, dall'economia al commercio, dalla cultura alla scienza, dall'istruzione alla difesa". Così, intervistato da 'Il Corriere della Sera', Nguyen Tan Dung, il primo ministro Vietnamita che parteciperà al vertice Asem a Milano.

"Sono insostenibili i tagli che riguardano la spesa sociale. Vanno corretti. Ci sono molti aspetti da chiarire. E novità positive sono sul fronte della riduzione delle imposte". Così, intervistato da 'La Repubblica', Stefano Fassina, ex vice ministro all' Economia, esponente della sinistra dem, nella legge di stabilità vede più le ombre che le luci.

"Ma il segno espansivo della manovra -sottolinea Fassina- che già sulla carta era modesto rispetto alla gravità della situazione del paese e con i tagli pesanti alla spesa, viene cancellato".

"Questa volta il governo ha smentito gli scettici: non c'è dubbio che la legge di stabilità sia un passo avanti importante con diverse novità positive". Così, in un editoriale su 'Il Sole 24 ore', l'economista Guido Tabellini.

Per Tabellini "il governo ha scelto bene le priorità e sta attuando una strategia di politica economica che, nei limiti del possibile, spinge l'economia italiana verso la crescita".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza