cerca CERCA
Giovedì 26 Gennaio 2023
Aggiornato: 23:42
Temi caldi

Rassegna stampa: il lavoro nei quotidiani di oggi

29 novembre 2017 | 10.59
LETTURA: 4 minuti

alternate text

"Per come è fatta la struttura della nostra popolazione, ci sono sempre meno donne e quindi sempre meno donne in età fertile. E poi esiste un'importante questione culturale che non possiamo ignorare. Ora diventare madre è uno dei tanti possibili obiettivi di una donna, sposata o non. I problemi economici, che pure esistono, frenano l' idea di fare un secondo o un terzo figlio. Ma quando non si mette al mondo il primo figlio lo si fa principalmente per tanti altri motivi. Però non è giusto fermarsi qui. Sarebbe interessante indagare le aspettative dei percorsi della vita, ma non fermarsi soltanto a quelli delle donne". Così, in un'intervista a Il Corriere della Sera, Patrizia Farina, demografa dell'Università Bicocca di Milano.

"L'Osservatorio Innovation dedicherà incontri a temi specifici e una volta l'anno organizzerà un meeting allargato. Per questo primo meeting abbiamo deciso di rivolgere le nostre energie al tema della mobilità perché incide in maniera importante sulle dinamiche quotidiane. Basti ricordare che tutto ciò che sta attorno al sistema mobilità vale oltre il 20% del pil italiano. E' un mondo che tocca numerosi ambiti, comprese le istituzioni. Ma è altrettanto chiave per le compagnie che devono innovare il loro modello di business per poter agevolare il cambiamento. Gli assicuratori sono parte integrante di questo mutamento che deve nascere però da un processo armonico. Devono essere sentiti tutti gli stakeholder per evitare che il meccanismo si inceppi". Così, in un'intervista a Il Sole 24 Ore, Maria Bianca Farina, presidente Ania.

"Da noi il welfare è essenzialmente basato sulla famiglia, un welfare domiciliare, fatto in casa. Si sta discutendo al Senato di introdurre un fondo per aiutare le famiglie che accudiscono anziani non autosufficienti a casa. Forse non è questa la direzione da prendere, bisogna garantire l'assistenza domiciliare, non continuare su questo welfare da poveri tipico dei paesi mediterranei. Fissare orari flessibili che permettano ai genitori, non solo alle madri, di prendersi cura dei figli, non ha un costo. E in più aumenterebbe la produttività per le imprese: lavoratori che possono conciliare i tempi di vita andranno al lavoro più contenti". Così, in un'intervista a Il Manifesto, Annamaria Simonazzi, esperta di lavoro al femminile.

"Il corpo nazionale dei vigili del fuoco è unico in Europa, una forza di polizia. Eppure l' intenzione è di sminuirlo, di assimilarlo alla protezione civile, mai rinforzandolo né trattandolo alla stregua degli altri colpi operativi. Innanzitutto economicamente poi a livello di competenze. Si guadagna dai 3 ai 700 euro in meno rispetto a un agente della Polizia di Stato. Invece di aiutarci vogliono sminuirci". Così, in un'intervista a Il Tempo, Antonio Brizzi, segretario generale del Conapo.

"Riteniamo che per ottimizzare situazioni che richiedono un carico superiore ai limiti indicati per il ricorso alla somministrazione, si debba ricorrere ad altre formule quali, per esempio, l'esternalizzazione del servizio stesso, soluzione che non solo tutela i lavoratori presi in carico, ma che consente l'assunzione di nuove risorse. L'outsourcing è un servizio che viene concesso in appalto al gestore scelto, che affiancandosi al committente ne condivide il rischio d'impresa aiutandolo a razionalizzare tempi e costi. Noi dell'Unione nazionale imprenditori, inoltre, chiediamo agli associati di certificare la genuinità dell'accordo. La somministrazione è un'altra cosa". Così, in un'intervista a Italia Oggi, il presidente dell'Unione nazionale imprenditori, Mario Burlò.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza