cerca CERCA
Venerdì 20 Maggio 2022
Aggiornato: 12:43
Temi caldi

Rassegna stampa: il lavoro nei quotidiani di oggi

21 luglio 2015 | 10.12
LETTURA: 3 minuti

alternate text

"Bene la riduzione generalizzata delle tasse. E ora è il momento anche per una revisione radicale del patto di stabilità. Credo che la riduzione delle tasse sulla casa potrebbe essere più efficace se ci fosse una radicale revisione del patto di stabilità". Così, in un'intervista a 'Il Corriere della Sera', Dario Nardella a lungo braccio destro e vicesindaco di Matteo Renzi.

"L'effetto Grecia. Non ci spaventa, il nostro sistema è solido. L'Europa è indebolita e i mercati si interrogano, così non è né carne né pesce: ha bisogno di rilanciarsi con un progetto di crescita economica e politica. La forbice del divario si è allargata, il Nord tiene, ma il Sud soffre e se ne parla troppo poco. Solo dove la qualità è alta, come nei distretti di Bari e Catania, si resta competitivi. Deve intervenire lo Stato, garantendo sicurezza e infrastrutture. Si devono attrarre investimenti con benefici fiscali alle imprese ma se manca la sicurezza è tutto inutile". Così, in un'intervista a 'Il Corriere della Sera', Federico Ghizzoni, amministratore delegato di Unicredit.

"La ricchezza del nostro Paese è rappresentata dal tessuto sociale e dal know-how che esso è capace di generare. Un patrimonio di risorse immateriali che in pochi possiedono. Penso alla miriade di piccole e medie imprese, imprese sociali, cooperative, istituti di finanza sociale e su tutti un Terzo settore attivo che ha dato un grande contributo in questi anni di crisi, generando una vera e propria rete di protezione sociale. Abbiamo poi decine di ong che hanno diversificato i finanziamenti imparando a coprogettare. Questo modello inclusivo può essere il vero riferimento per i paesi ai quali diamo supporto". Così, in un'intervista a 'Il Corriere della Sera', il ministro per gli Affari esteri, Giampaolo Cantini.

"Ridurre la tassazione, in astratto, è chiaramente positivo, ma in una situazione di finanza pubblica ancora restrittiva è giusto chiedersi se sia il momento per una riduzione generalizzata delle tasse. La politica più efficace per la crescita è basata sugli investimenti. Non solo di capitale fisico, ma anche capitale umano". Così, in un'intervista a 'Il Fatto quotidiano' Enrico Giovannini, ex presidente dell'Istat ed ex ministro del Lavoro.

"Il problema è che il governo ha avviato un'operazione importante di stabilizzazione con un'approssimazione insostenibile, senza tener conto delle persone. Ci saranno migliaia di docenti precari che saranno sradicati dal loro territorio. E' vero che la scuola non è un assumificio, ma si poteva fare lo stessa operazione senza creare traumi. Per non parlare della confusione amministrativa tra le varie fasi delle immissioni in ruolo. E delle persone che resteranno fuori, condannate a non entrare mai". Così, in un'intervista a 'Italia Oggi', Pino Turi, neosegretario generale della Uil scuola.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza