cerca CERCA
Giovedì 23 Settembre 2021
Aggiornato: 14:56
Temi caldi

Rc auto gratis, l'Ivass: "Niente più perdita di classe di merito e rimborso per maggior premio pagato"

20 maggio 2015 | 18.00
LETTURA: 3 minuti

L'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni ha chiuso l'indagine sulle polizze Rc auto offerte in omaggio con l'acquisto dell'automobile nuova. Sul loro sito la lettera alle imprese di assicurazione su come comportarsi per evitare che, alla scadenza della polizza gratis, gli assicurati perdano la classe di merito maturata in passato e il riconoscimento delle agevolazioni della cosiddetta legge Bersani. Leggi l'inchiesta dell'Adnkronos sull'anno in omaggio che può costare caro

alternate text
(Infophoto)

Niente perdita di classe di merito maturata, rimborso dei maggiori premi eventualmente pagati e riconoscimento delle agevolazioni della 'legge Bersani': sono gli obiettivi dell'intervento dell'Ivass, l'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, al termine dell’indagine sulle polizze R.c. auto gratuite offerte con l’acquisto di un’automobile nuova. Leggi l'inchiesta dell'Adnkronos sull'anno in omaggio che può costare caro

L'indagine era stata avviata grazie alle segnalazioni delle Associazioni dei consumatori e ha portato l'Istituto a pubblicare sul proprio sito una lettera in cui si indica alle imprese di assicurazione - sia a quelle che hanno offerto le polizze gratuite sia a quelle a cui gli assicurati si sono rivolti o intendono rivolgersi al termine dell’offerta – come comportarsi per evitare che, alla scadenza della polizza gratis, gli assicurati perdano la classe di merito maturata in passato e il riconoscimento delle agevolazioni della cosiddetta legge Bersani.

Se le polizze gratis sono già scadute e gli assicurati hanno dovuto pagare un premio più alto a causa della perdita della classe di merito, sottolinea l'Ivass, questi ultimi hanno diritto a chiedere al nuovo assicuratore il rimborso del maggiore premio pagato.

Le soluzioni erano state discusse nelle scorse settimane con le associazioni dei consumatori e con l’Ania, che ha già comunicato che le imprese di assicurazione sono pronte ad adeguarsi da subito alle nuove indicazioni.

Sul sito dell'Ivass è comunque disponibile una comunicazione per i consumatori sui passi da seguire per vedere riconosciuti i propri diritti sulla base di queste indicazioni.

Commentando l'intervento dell'Ivass, Konsumer Italia, che insieme al Codacons era stato promotore della iniziativa, ha osservato, per bocca di Giampaolo Petri, Responsabile Settore Assicurativo, che "questo provvedimento farà giurisprudenza per tutti coloro (finora penalizzati) che decideranno di passare da una polizza a franchigia al bonus/malus". Si tratta di un provvedimento che, ha aggiunto, "diventerà strutturale nel nuovo Regolamento sull’evoluzione delle classi di merito di conversione universale che sarà oggetto di rivisitazione di IVASS a breve".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza