cerca CERCA
Lunedì 20 Settembre 2021
Aggiornato: 18:46
Temi caldi

Recovery fund, l'allarme: "Fondi già nel mirino di mafie"

15 settembre 2020 | 10.57
LETTURA: 1 minuti

Secondo il direttore esecutivo dell'Europol, Catherine De Bolle, "i prodotti altamente richiesti continuano a essere oggetto di truffe di vasta portata anche online"

alternate text
(Fotogramma)

"I fondi per la ricostruzione sono già presi di mira dalle organizzazioni criminali e lo saranno ancora più. Sui finanziamenti per il recupero dovremo essere attenti e monitorare per evitare il rischio di infiltrazione delle mafie: è importante che al massimo livello dell'Unione Europea ci sia consapevolezza dei rischi per la somministrazione di sussidi legati alla crisi durante pandemia". Lo ha detto Catherine De Bolle, direttore esecutivo di Europol, durante il discorso di apertura del secondo incontro del gruppo di lavoro sulle minacce criminali correlate all’emergenza Covid-19 in corso a Roma.

"I prodotti altamente richiesti, come disinfettanti, mascherine, termometri, ventilatori meccanici e fantomatiche cure per il coronavirus continuano a essere oggetto di truffe di vasta portata anche online. Un modus operandi più sofisticato vede i criminali sequestrare l'identità di imprese e offrire alle vittime la vendita di prodotti legati alla pandemia, per poi sparire nel nulla. Ci sono state autorità sanitarie di stati membri e aziende private tra le vittime", ha aggiunto De Bolle.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza