cerca CERCA
Mercoledì 16 Giugno 2021
Aggiornato: 01:01
Temi caldi

Nuove scosse, la più forte in provincia di Ascoli Piceno

31 agosto 2016 | 07.56
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Dalle 8 di questa mattina sono stati 4 gli eventi di magnitudo maggiore o uguale di 3.0: il terremoto più forte, di magnitudo 3.9, è stato localizzato alle 15:23 italiane in provincia di Ascoli Piceno nei pressi di Arquata del Tronto. E' quanto informa una nota dell'Ingv che traccia un bilancio a sette giorni dalla scossa del 24 agosto nelle province di Rieti, Perugia, Ascoli P., L'Aquila e Teramo.

Poco fa, alle 20.12 di oggi mercoledì, una nuova scossa di magnitudo 3.7 è stata registrata nella provincia di Ascoli Piceno. Il sisma, secondo i dati dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), è avvenuto a 9 km di profondità.

A poco più di una settimana dall'inizio della sequenza, con il terremoto di magnitudo 6.0 avvenuto alle ore 03:36 italiane del 24 agosto, la Rete Sismica Nazionale dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, si legge nella nota, ha localizzato complessivamente oltre 3200 eventi: 140 i terremoti di magnitudo compresa tra 3.0 e 4.0; 13 quelli localizzati di magnitudo compresa tra 4.0 e 5.0 e uno di magnitudo maggiore di 5.0 (quello di magnitudo 5.4 (Mw 5.3), avvenuto il 24 agosto alle ore 04:33 italiane nella zona di Norcia (Pg). Inoltre, conclude la nota, l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ha iniziato la revisione dei terremoti avvenuti nei giorni scorsi in Italia centrale. In particolare, sono stati localizzati eventi che in una prima fase non è stato possibile analizzare per la sovrapposizione dei segnali di due terremoti: nella notte del 24 agosto, nelle prime 3 ore dopo l'evento principale delle 03:36 è stato registrati un terremoto di magnitudo M 4.5 a distanza di un solo minuto, alle ore 03:37 italiane, dal primo, con epicentro in Provincia di Rieti nelle vicinanze di Accumoli.

Stamattina intanto è stato recuperato dalle squadre dei Vigili del fuoco il corpo della sesta vittima sotto le macerie dell'Hotel Roma ad Amatrice, crollato in seguito al violento terremoto che una settimana fa ha colpito il Centro Italia.

Il corpo era stato individuato nei giorni scorsi all'interno di una delle camere crollate, grazie al minuzioso e incessante lavoro delle squadre Usar (urban search and rescue) dei vigili del fuoco, che hanno prima recuperato le piantine dell'hotel e i registri delle presenze, quindi proceduto all'estrazione con un'operazione difficile e complicata che è andata avanti giorno e notte senza sosta.

Con il recupero di questa mattina, i Vigili del Fuoco hanno trovato ed estratto l'ultima vittima ufficiale sotto le macerie dell'hotel Roma. In base agli elenchi degli ospiti, infatti, non dovrebbero esserci altre persone all'interno dell'albergo.

Il sindaco di Amatrice: "Iniziati oggi i lavori per la nuova scuola"

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza