cerca CERCA
Mercoledì 08 Febbraio 2023
Aggiornato: 02:20
Temi caldi

Referendum, bloccato il sito di Basta un sì: "Denunceremo i responsabili"

16 novembre 2016 | 19.41
LETTURA: 1 minuti

alternate text

Il sito di Basta un Sì è nuovamente sotto attacco informatico: “Non possiamo pubblicare contenuti e gli utenti non possono accedere”, spiega un post pubblicato sulla pagina Facebook del Comitato.

Dopo le denunce pubbliche di ieri, anche nella giornata di oggi non è stato quindi possibile collegarsi a bastaunsi.it e, per alcuni minuti, chi provava a raggiungere quella pagina è stato reindirizzato automaticamente a un sito di propaganda per il No. Sono le conseguenze di un'azione di hackeraggio condotta in maniera continua, massiccia e professionale.

“Stiamo lavorando con l'aiuto di esperti per accertare la responsabilità di questi molteplici attacchi, che saranno denunciati alle autorità di pubblica sicurezza – spiega il Comitato –. Siamo certi che chi opera in questo modo illegale non può avere a che fare con una campagna referendaria condotta nel rispetto delle regole democratiche. Far tacere una voce, infatti, non aiuta le ragioni di nessuno. Comunque, non sarà questo a fermarci: il nostro lavoro per modernizzare e rendere più stabile ed efficiente il Paese andrà avanti”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza