cerca CERCA
Mercoledì 27 Ottobre 2021
Aggiornato: 14:24
Temi caldi

Regionali, Zingaretti: "Basta divisioni"

23 giugno 2020 | 11.12
LETTURA: 1 minuti

Il segretario del Pd: "Forze di governo divise. Destra unita, per fortuna candidati deboli"

alternate text
(Fotogramma)

"Da oggi le destre combattono unite in tutte le Regioni, anche se spesso all'opposizione sono divise. Per fortuna con candidati deboli, contestati e già bocciati in passato dagli elettori". Lo scrive il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, su Fb.

"Tra le forze politiche unite a sostegno del Governo Conte prevalgono i no, i ma, i se, i forse, le divisioni. Il motivo è ridicolo - sottolinea - si può Governare insieme 4 anni l'Italia ma non una Regione o un Comune perché questo significherebbe 'alleanza strategica'. Ridicolo!".

"Il riformismo non è testimonianza, è la costruzione di un progetto che cambia le cose realmente per il Paese e non per raccattare voti. Io che invoco, pratico e costruisco unità sarei 'il matto'. Ma continuerò. Prima di tutto l'Italia. Le alleanze intorno ai candidati sostenuti dal Pd sono gli unici che possono fermare le destre, il resto è l'eterno ritorno di vizi antichi di una degenerazione della politica personalistica e autoreferenziale. Tafazzi non è stato inventato per caso. Questa è la verità".

"Faccio un appello a tutti: confrontiamoci con la realtà, cambiamola, ma si smettesse di guardare il mondo dal dirigibile. Andiamo avanti e combattiamo con chi ha le idee e gli strumenti per vincere", conclude Zingaretti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza