cerca CERCA
Sabato 18 Settembre 2021
Aggiornato: 22:21
Temi caldi

Renault lancerà 10 nuovi EV entro il 2030

30 giugno 2021 | 22.16
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Il CEO del gruppo Renault Luca de Meo ha presentato tramite una conferenza virtuale la nuova strategia "Renault eWays ElectroPop", che rappresenta una storica accelerazione della strategia elettrica del Gruppo. Grazie alla quale Renault intende far leva sul suo patrimonio tecnologico ed industriale nonché sulla decennale esperienza nella mobilità elettrica per operare scelte audaci e proporre veicoli elettrici competitivi, sostenibili e popolari.

«Quella che annunciamo oggi è una storica accelerazione della strategia elettrica del Gruppo Renault e del "made in Europe”. Realizzando con Renault ElectriCity un ecosistema elettrico compatto in grado di offrire efficienza ed alta tecnologia nel nord della Francia, ma anche una MegaFactory dedicata ai motori elettrici in Normandia, creiamo le condizioni della competitività direttamente a casa nostra. Formeremo, investiremo e stringeremo partnership con attori rinomati, ma anche emergenti, ognuno all’avanguardia nel suo settore di competenza: ST Micro-electronics, Whylot, LG Chem, Envision AESC e Verkor.

"Saranno lanciati dieci nuovi modelli elettrici e saranno prodotti fino a un milione di veicoli elettrici entro il 2030, dalle auto urbane a prezzi competitivi fino ai modelli sportivi alto di gamma. Puntiamo su design iconici come la famosa R5: vogliamo rendere i veicoli elettrici popolari" ha dichiarato Luca de Meo. Il Gruppo coprirà il 100% dei futuri lanci dei suoi veicoli elettrici, in tutti i segmenti, avvalendosi della chimica NMC (Nickel, Manganese e Cobalto) e di un’architettura di celle standard che gli consentiranno di realizzare fino a un milione di EV nell’ambito dell’Alleanza entro il 2030.

La scelta di questa chimica offre un rapporto costo/km molto competitivo, con un incremento fino al 20% dell’autonomia rispetto alle altre soluzioni e una performance di riciclo decisamente migliore. In meno di un decennio, il Gruppo potrà progressivamente ridurre i costi del pacco batteria del 60%, con l’obiettivo di scendere al di sotto dei 100 $/kWh nel 2025 e, successivamente, al di sotto degli 80 $/kWh nel 2030, preparando l’arrivo della tecnologia delle batterie a stato solido nell’Alleanza. Renault sarà il primo costruttore a sviluppare in autonomia un motore elettrico senza terre rare (privo di magneti permanenti) e basato sulla tecnologia dei motori sincroni a rotore avvolto e un riduttore. Il Gruppo integrerà progressivamente nuove migliorie tecnologiche a partire dal 2024 sul suo motore sincrono a rotore avvolto potendo così ridurre i costi e migliorarne l’efficienza.

Il Gruppo ha firmato una partnership anche con la start-up francese Whylot per un e-motor per auto innovativo a flusso assiale. Questa tecnologia sarà inizialmente applicata ai gruppi motopropulsori ibridi, con l’obiettivo di abbassare del 5% i costi, riducendo, al tempo stesso, fino a 2,5 g le emissioni di CO2 in funzione della norma WLTP (per le autovetture dei segmenti B/C). Il Gruppo Renault sarà il primo costruttore a produrre un motore elettrico a flusso assiale su vasta scala a partire dal 2025. Oltre a queste nuove tecnologie, il Gruppo sta lavorando anche su un gruppo motopropulsore più compatto, noto come sistema “all-in-one”. Questo gruppo motopropulsore racchiude motore elettrico, riduttore ed elettronica di potenza in una singola unità. Ciò consente di guadagnare il 45% del volume complessivo (ossia l’equivalente del volume del serbatoio dell’attuale Clio), di ridurre del 30% il costo del gruppo motopropulsore totale (questo risparmio a livello di valore equivale al costo del motore elettrico) e di diminuire del 45% le perdite di energia in ciclo WLTP, consentendo così ai veicoli elettrici di aumentare l’autonomia di 20 km.

Con le piattaforme CMF-EV e CMF-BEV, Renault capitalizza sulla sua esperienza decennale nell’ambito delle architetture dedicate agli EV ed intende sfruttarle al massimo per lanciare 10 nuovi veicoli al 100% elettrici entro il 2025, di cui sette a marca Renault. La leggendaria Renault 5, con un tocco di modernità ed in versione elettrica sarà prodotta nel nord della Francia (Renault ElectriCity), dalla batteria al gruppo motopropulsore passando per l’assemblaggio, il tutto sulla nuova piattaforma CMF-BEV.

Il Gruppo farà anche "risorgere" un altro modello iconico, il cui nome in codice è "4ever", con l’obiettivo ambizioso di creare un intramontabile classico. Il Gruppo rafforza anche il segmento C a livello di veicoli elettrici a cominciare dalla futura Mégane E-Tech Electric nel 2022. Infine, il "dream garage" di Alpine svelato lo scorso gennaio diventerà realtà nel 2024. Il brand Renault si prefigge l’obiettivo di raggiungere il mix più green del mercato europeo nel 2025, con oltre il 65% delle vendite rappresentato da veicoli elettrici ed elettrificati e punta al 90% di EV nel 2030.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza