cerca CERCA
Giovedì 20 Gennaio 2022
Aggiornato: 13:19
Temi caldi

Reti e trappole per catturare specie protette. Arrestato bracconiere nel catanese

11 settembre 2014 | 18.41
LETTURA: 2 minuti

L'uomo di 54 anni dovrà rispondere di furto aggravato e violazione delle norme per la protezione della fauna selvatica. Oltre una cinquantina di cardellini sono stati liberati

alternate text

E' finito in manette per furto aggravato e violazione delle norme per la protezione della fauna selvatica. L'uomo di 54 anni è stato fermato dai carabinieri di Pedara nel catanese con l'aiuto della Polizia Municipale, mentre stava cercava di catturare uccelli di specie protette con un sistema ingegnoso. Rubando l'acqua dalla condotta idrica pubblica, aveva creato una sorta di ruscello artificiale, circondato da reti e trappole in contrada Tarderia. A far da esca ai poveri volatili il cinguettio di altri dodici esemplari, catturati in precedenti battute di caccia. Sorpreso in flagranza di reato, ha tentato la fuga ma, dopo un breve inseguimento, è stato bloccato e arrestato. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di recuperare altri 53 'cardellini' prigionieri in un alveare di gabbiette. Gli uccellini hanno potuto ritrovare il loro habitat naturale, mentre l'arrestato è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa del giudizio per direttissima.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza