cerca CERCA
Martedì 19 Ottobre 2021
Aggiornato: 07:20
Temi caldi

Riapre la Domus Aurea: nei fine settimana porte aperte sul cantiere

24 ottobre 2014 | 16.14
LETTURA: 4 minuti

Da domenica 26 porte aperte su prenotazione per gruppi di 25 persone (VIDEO). Il ministro Franceschini: ''Primo passo straordinario per restituire al mondo la meravigliosa residenza di Nerone''. Progetto per risanare la Domus /VIDEO

alternate text
La volta dorata della Domus Aurea (foto Mibact)

"Questa è una storia straordinaria, tenace e silenziosa, perché qui sotto c'è il lavoro di decine di persone che hanno proseguito il restauro, hanno affrontato difficoltà operative e finanziarie e che oggi fanno un primo straordinario passo restituendo al mondo, ai turisti, ai romani e agli italiani la possibilità di capire cosa c'è di meraviglioso, unico e straordinario nel centro di Roma". Così il ministro per i Beni culturali e il Turismo, Dario Franceschini, ha presentato l'apertura al pubblico del cantiere della Domus Aurea con visite guidate che si svolgeranno durante i fine settimana.

Obiettivo dell'iniziativa, al via da domenica prossima, è quello di rendere consapevole il pubblico del complesso progetto di consolidamento e manutenzione della residenza di Nerone (VIDEO). Il percorso di visita, al quale potranno partecipare gruppi di 25 persone ogni 15 minuti, si articola in quindici tappe che potranno subire delle variazione in base all'evoluzione del progetto di recupero. La presentazione dell'apertura al pubblico dei cantieri, è stata anche l'occasione per lanciare una campagna di raccolta fondi destinata a tutti coloro che desiderino contribuire alla conservazione del monumento. Il crowdfunding, infatti, risponde agli stessi criteri dell'Art Bonus con la deducibilità del 65% delle donazioni devolute per il restauro di beni culturali.

Il titolare del Mibact ha sottolineato che, con il recupero della Domus Aurea, "siamo di fronte ad un progetto ideale per l'Art Bonus, un cronoprograma molto preciso di quattro anni, di 31 milioni di euro, che consente di recuperare tutto il giardino sovrastante che, con le infiltrazioni d'acqua, ha causato i danni più gravi ma non irreversibili. Non è possibile proseguire a recuperare gli affreschi se prima non si impediscono le infiltrazioni d'acqua dal giardino sovrastante". Con 31 milioni di euro, ha detto Franceschini, "si recupera la Domus Aurea. Siamo al centro di un grande progetto di recupero di tutta l'area dei Fori sul quale stiamo lavorando insieme al Comune unendo tutela e valorizzazione".

E proprio sul versante dei lavori, il soprintendente per i Beni Archeologici di Roma, Mariarosaria Barbera, ha precisato che "in questi ultimi quattro anni la Soprintendenza ha investito 12 milioni per il consolidamento restauro e la progettazione anche del cosiddetto pacchetto tecnologico".

Il progetto di recupero vede la collaborazione di Sky Arte Hd che ha realizzato uno spot, con cui invita alla donazione a favore della Domus Aurea, e il documentario 'Domus Aurea- Il sogno di Nerone' . Lavori, presentati dal direttore di Sky Arte Hd Roberto Pisoni, con cui la televisione satellitare partecipa alla corsa al Crowdfunding. "Il fatto che un'azienda privata decida di collaborare al progetto è importante. Dico alle altre televisioni - ha sottolineato Franceschini- di fare una virtuosa concorrenza nel settore dei beni culturali. Fate come e più di Sky".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza