cerca CERCA
Lunedì 06 Dicembre 2021
Aggiornato: 15:36
Temi caldi

Riccione: scoperti 7 appartamenti dormitorio per venditori abusivi

13 luglio 2015 | 17.38
LETTURA: 3 minuti

In condizioni precarie, 64 adulti e 3 minori stipati con letti di fortuna. Blitz di Polizia e Municipale.

alternate text

E' scattata all’alba l’operazione della Polizia di Stato e della Polizia Municipale di Riccione volta a colpire il fenomeno dell’abusivismo commerciale, individuando non solo i venditori abusivi, ma anche coloro che pur di lucrare importanti canoni di locazione forniscono in maniera irregolare a stranieri regolari ed irregolari appartamenti e alloggi di fortuna. Il blitz rientra infatti nell'applicazione dell'ordinanza con la quale il Comune di Riccione intende contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale utilizzando lo strumento della sanzione amministrativa contro il sovraffollamento nelle abitazione private.

Dalle 6 gli operatori di Polizia hanno scoperto 7 appartamenti in cui, in posti letto di fortuna e in precarie condizioni igienico sanitarie, vivevano stipati 67 stranieri, di cui 3 minori. I proprietari degli alloggi sono stati identificati e saranno sanzionati.

Non solo. L’attività della Polizia di Stato ha permesso anche di sanzionare i proprietari delle abitazioni per non aver ottemperato alle disposizioni che impongono la comunicazione della cessione del fabbricato. Sequestrata dagli agenti anche numerosa merce contraffatta: circa un centinaio di articoli tra capi e accesso ei abbigliamento, che di lì a poco sarebbe stata venduta sulle coste del comune di Riccione.

(Adnkronos) - Sono in corso i necessari accertamenti sull’identità e sull’osservanza delle disposizioni in materia di ingresso e permanenza sul territorio nazionale di 14 uomini, che al momento dei controlli non sono stati in grado di esibire documentazione sufficiente. In corso, infine, anche le verifiche sull'autenticità dei permessi esibiti.

Le attività di identificazione degli stranieri è stata effettuata presso il Comando di Polizia Municipale di Riccione, dove da quest’anno è stata attivata una postazione di fotosegnalamento direttamente collegata con il servizio Polizia Scientifica di Roma. Si tratta, infatti, dell’unico caso in Italia. Acquistata dall'amministrazione comunale di Riccione, l’apparecchiatura è gestita dal personale della Polizia di Stato di Riccione e consentirà un considerevole risparmio di tempi e di risorse nella quotidiana attività di identificazione di italiani e stranieri, evitando così i necessari trasferimenti presso gli Uffici della Questura.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza