cerca CERCA
Domenica 26 Giugno 2022
Aggiornato: 00:02
Temi caldi

Ricerca: da start-up fissatore cranico 'hi-tech' per mercato mondiale

26 marzo 2014 | 11.58
LETTURA: 2 minuti

Roma, 26 mar. (Adnkronos Salute) - Un fissatore cranico che verrà utilizzato dopo le operazioni di neurochirurgica che implicano l’apertura della scatola cranica. E' quello messo a punto, brevettato e presto sul mercato mondiale, dalla start-up Ntplast di Rivalta Scrivia (Al). Il progetto, ora arrivato alla fase di preproduzione, è partito nel 2007 e oggi vede impiegate 6 persone, tra cui il responsabile scientifico Pietro Primo Versari, neurochirurgo dell'Azienda Ospedaliera di Alessandria.

"Il nostro progetto è frutto dell'unione di diverse professionalità - spiega all'Adnkronos Salute Moreno Carvani, amministratore delegato Ntplast Srl - che hanno creduto nella bontà dell'idea della start-up; oggi puntiamo ad entrare nel mercato mondiale".

"In 3-4 anni - aggiunge - siamo arrivati dallo sviluppo al progetto definitivo del fissatore. Solo da poco abbiamo ottenuto la certificazione di classe III da parte del ministero della Salute. La novità di questo dispositivo neurochirurgico, oltre il brevetto internazionale, è l'offerta di maggiore flessibilità per lo specialista con un ridotto impiego nella sua fase di montaggio. Puntiamo a produrne 30 mila l'anno nell'arco di 2-3 anni. Il consiglio che posso dare ai giovani 'innovatori' che vogliono entrare in questo settore - conclude - è di puntare da subito ai mercati mondiali e non limitarsi a quello italiano".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza