cerca CERCA
Mercoledì 20 Ottobre 2021
Aggiornato: 19:55
Temi caldi

Ricerca, dall'Ue 677 milioni a 436 scienziati: 53 sono italiani

03 settembre 2020 | 12.54
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Un contributo economico per aiutare scienziati sul trampolino di lancio della carriera scientifica, per permettere loro di creare un team e condurre ricerche pionieristiche. Il Consiglio europeo della ricerca (Erc) premia quest'anno 436 scienziati destinando loro un finanziamento che complessivamente vale 677 milioni di euro, attraverso i suoi 'Starting Grant'.

I vincitori sono stati resi noti oggi e i cervelli di nazionalità italiana che si sono aggiudicati le borse sono in tutto 53, fra ricercatori che lavorano nel Belpaese e all'estero. Secondi per numero, alle spalle dei tedeschi (102). Terzi i francesi (37). Guardando però ai Paesi in cui si svolgeranno i progetti e in cui operano gli scienziati premiati, l'Italia scende al decimo posto, con 20 grant a iniziative che saranno ospitate in un istituto della Penisola.

Cosa si può fare per migliorare l'efficacia dei vaccini? Come possiamo prevedere il clima futuro? Qual è l'impatto ambientale delle nanoplastiche? Esistono modelli economici alternativi alla crescita economica infinita? Qual è la natura della materia oscura nell'universo? Sono alcune delle domande a cui puntano a dare risposta gli scienziati vincitori con i loro ambiziosi studi in università e centri di ricerca di tutta Europa. Sono 273 uomini (63%) e 163 donne (37%) di 40 nazionalità diverse, pronti a misurarsi con sfide scientifiche al bancone del laboratorio.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza