cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 15:28
Temi caldi

Ricerca: Garattini, al 'Mario Negri' ridotto di 10 volte uso animali

16 giugno 2014 | 13.53
LETTURA: 2 minuti

Milano, 16 giu. (Adnkronos Salute) - Gli animali utilizzati ogni anno per la ricerca scientifica targata 'Mario Negri' "sono passati dagli oltre 120.000 di qualche decennio fa a meno di 15.000": quasi 10 volte in meno. Parola di Silvio Garattini, direttore dell'Irccs di ricerche farmacologiche di Milano, che da oggi al 20 giugno ospita il convegno mondiale 'Qsar 2014' sui metodi complementari di sperimentazione. Test al computer per ridurre l'uso di cavie.

Lo scienziato, più volte attaccato dalle associazioni animaliste dalle quali ha anche raccontato di avere ricevuto minacce, tiene a sottolineare "l'impegno del nostro Istituto per ampliare i metodi che concorrono a ridurre il numero di animali utilizzati nella ricerca biomedica, cercando, al contempo, di dare soluzione ai problemi che riguardano la salute e l'ambiente. Ad oggi sono stati fatti passi significativi in quella direzione", afferma. "Noi - assicura - siamo determinati a sostenere lo sviluppo di questo ambito di ricerca, al fine di ridurre ulteriormente il numero di animali utilizzati nei singoli progetti di ricerca". Tuttavia "al momento non esistono metodi alternativi, al computer o con le cellule, nella ricerca di nuove terapie - precisa il farmacologo - capaci di dare le risposte di efficacia e di sicurezza che il modello animale, pur nei suoi limiti, è in grado di assicurare".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza