cerca CERCA
Venerdì 15 Ottobre 2021
Aggiornato: 23:06
Temi caldi

Ricerca, test al computer per ridurre la sperimentazione animale

16 giugno 2014 | 13.06
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Adnkronos Salute) - Test al computer, invece che sulle cavie, per valutare gli effetti delle sostanze chimiche, le loro proprietà tossicologiche e l'impatto sull'ambiente. Sulla sperimentazione senza animali si confronteranno da oggi al 20 giugno a Milano, all'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, centinaia di ricercatori da tutto il mondo riuniti per il convegno 'Qsar 2014'. Sotto la lente i metodi complementari cosiddetti 'in silico' (al computer). Gli esperti faranno il punto sulle nuove tecniche e su come sia possibile applicarle concretamente. Sono previsti interventi di enti regolatori europei, per riflettere sulle opportunità di questi strumenti informatici. Rappresentanti del mondo dell'industria completeranno la valutazione sui possibili benefici nel settore.

L'Irccs Mario Negri "da molti anni è all'avanguardia nella ricerca sui metodi che utilizzano il computer per studiare le proprietà delle sostanze chimiche", sottolinea una nota dall'Istituto di via La Masa che "da decenni si occupa dello sviluppo di metodi in silico, in collaborazione e con il supporto con agenzie italiane e straniere quali il ministero della Salute, il ministero dell'Ambiente, la Environmental Protection Agency americana e numerose altre". Durante il convegno Emilio Benfenati, capo del Laboratorio di chimica e tossicologia dell'ambiente del 'Mario Negri', presenterà con i suoi collaboratori un software innovativo per visualizzare sostanze tossiche raggruppate per famiglie simili.

"L'Istituto Mario Negri - spiega Benfenati - vanta un primato nel conseguimento di progetti di ricerca europei sui metodi in silico. Recentemente ha anche ottenuto un finanziamento dalla Germania, dall'Uba, per sviluppare metodi per individuare sostanze che costituiscono un rischio per l'ambiente. Ha inoltre sviluppato una piattaforma Internet chiamata Vega, per l'utilizzo dei metodi in silico sviluppati al suo interno".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza