cerca CERCA
Martedì 15 Giugno 2021
Aggiornato: 11:43
Temi caldi

Richemont acquisisce Buccellati

27 settembre 2019 | 09.34
LETTURA: 2 minuti

Il gruppo del lusso francese, già proprietario di Cartier e Van Cleef&Arpels, non ha rivelato l'importo della transazione

alternate text
(Fotogramma)

Il gruppo del lusso francese Richemont ha annunciato di aver acquisito il 100% di Buccellati, la maison italiana di gioielleria, dai cinesi di Gangtai Holding. La transazione si è conclusa ieri, spiega Richemont in una nota, e "non avrà alcun impatto finanziario significativo sulle attività nette consolidate di Richemont o sul risultato operativo per l'anno conclusosi il 31 marzo 2020". Richemont, che ha già nel portafoglio griffe come Cartier e Van Cleef&Arpels, non ha rivelato l'importo della transazione.

"Buccellati è una delle poche maison nel mercato della gioielleria ad essere complementare alle nostre maison di gioielli, in termini di stile, origini e artigianato - spiega il presidente di Richemont, Johann Rupert -. Diamo il benvenuto ad Andrea Buccellati, alla sua famiglia e al suo team. Con loro condividiamo una cultura di costante ricerca di creatività, innovazione, qualità ed eccellenza. Non vediamo l'ora di garantire lo sviluppo a lungo termine di questa straordinaria maison di gioielli".

Soddisfatto anche Andrea Buccellati, presidente onorario e direttore creativo di Buccellati: "Siamo orgogliosi di unirci a Richemont - commenta - gruppo che ha una competenza indiscussa nella gioielleria". Fondata a Milano nel 1919 da Mario Buccellati, la maison vanta una ricca storia e un patrimonio fatto di maestria artigianale e know-how. Nota per le sue creazioni realizzate artigianalmente con tecniche risalenti al Rinascimento, nel 2017 Buccellati era stata venduta ai cinesi di Gangsu Gangtai Holding che ne avevano acquisito l'85% del capitale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza