cerca CERCA
Venerdì 22 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:05
Temi caldi

Ridere della vita quotidiana, a Cerveteri la comicità di Maurizio Battista

15 agosto 2021 | 11.02
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Maurizio Battista - Fotogramma)

C’è una particolarità che caratterizza Maurizio Battista e lo rende unico nel panorama dello spettacolo comico italiano: la totale assenza di ‘muri’ divisori con il suo pubblico, una vicinanza anche fisica (immancabili le chiacchierate finali tra gli spettatori) che favorisce un'atmosfera 'senza filtri', colloquiale e complice. E’ accaduto anche ieri sera al Parco della Legnara di Cerveteri con ‘Che Paese è il mio Paese’, appuntamento che ha visto il comico e attore romano tornare ad esibirsi nel Comune etrusco per riproporre la sua infallibile ricetta strappa-risate con uno show che diverte e fa riflettere al tempo stesso.

Battista è da sempre un maestro nell’evidenziare le incoerenze della società, mettendo alla berlina con il sorriso le paranoie, i tic e le piccole assurdità della vita di tutti i giorni. Inevitabile la divertita immedesimazione del pubblico, che nelle vicende raccontate dal palco rivive in chiave comica molte esperienze quotidiane. Ai famosi e apprezzatissimi ‘classici’ dello showman romano come gli sketch sulla cerimonia del matrimonio o il ‘confronto’ tragicomico tra marito e moglie al supermercato, Battista alterna anche una satira pungente sull’Italia ai tempi del covid, inchiodando con una risata tutti quelli che si improvvisano virologi e infettivologi e mettendo in evidenza la contraddizione tra il dichiararsi fieramente no-vax e poi acquistare senza esitazione misteriosi alimenti pieni di ingredienti sconosciuti (“una crostata superscontata e poi vai a leggere l’etichetta scoprendo che la marmellata ha il 5% di frutta. Ma cosa c’è nell’altro 95%?”, si chiede il comico).

Lo show, scritto con Vittorio Rombolà, Alessandra Moretti, Alberto Farina e Gianluca Giugliarelli, non risparmia l’ironia sulle manie del collezionismo, le mode gastronomiche (con un anatema verso la ‘carbonara rivisitata’), gli inganni della pubblicità, il rapporto di ciascuno con i medici, fino a far diventare di irresistibile comicità perfino la descrizione di una visita dal proctologo o dal fisioterapista. Nel corso della serata, anche un’incursione a sorpresa del comico e cabarettista Dado. Per il programma dell’Estate Caerite 2021, organizzata dall’amministrazione comunale del sindaco Alessio Pascucci, si è trattato di un altro evento molto apprezzato dal pubblico.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza