cerca CERCA
Giovedì 11 Agosto 2022
Aggiornato: 22:41
Temi caldi

Rifiuti: Assobioplastiche, sconcerto per incremento contributo ambientale

10 luglio 2014 | 15.25
LETTURA: 2 minuti

Assobioplastiche esprime "sconcerto" per l'incremento del contributo ambientale sugli imballaggi di plastica, comunicato il 30 giugno scorso da Corepla (Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclaggio e il recupero degli imballaggi in plastica): il contributo passerà dagli attuali 140 euro per tonnellata a 188 a partire dal 1 gennaio 2015, dopo essere passato, il 1 gennaio 2014, - da 110 a 140 euro per tonnellata.

Aumento che, per Assobioplastiche, vede la filiera dei produttori di imballaggi compostabili come mero pagatore di un contributo sempre più elevato, tarato sui più alti costi di gestione ambientale degli imballaggi in plastica tradizionale. A monte degli aumenti ci sarebbero il peggioramento dello stato patrimoniale del Consorzio e l'aumento dei corrispettivi da riconoscersi ai Comuni conseguenti la stipula del nuovo accordo quadro nazionale Anci-Conai.

"Anche questa volta Assobioplastiche non è stata in alcun modo coinvolta né nell'accordo Anci-Conai, né nella discussione sull'ammontare del Cac per gli imballaggi in plastica compostabile né, tantomeno, e cosa ancora più grave, nell'uso che di questo Cacviene fatto in relazione alle bioplastiche stesse - fa sapere l'associazione - L'attuale sistema obbliga la relativa filiera ad assumersi onerosi extra costi, derivanti da azioni che statutariamente competerebbero al consorzio competente, che continua ad ignorare le necessità del comparto rappresentato dalle plastiche compostabili".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza