cerca CERCA
Lunedì 20 Settembre 2021
Aggiornato: 23:48
Temi caldi

Riforme: spunta ipotesi di mediazione dei relatori per superare stallo

23 luglio 2014 | 16.23
LETTURA: 2 minuti

Il rischio stallo resta all'orizzonte della riforma costituzionale. A fronte di migliaia di emendamenti e di un braccio di ferro estenuante sulle oltre 500 richieste di voto segreto su singole proposte, a palazzo Madama sarebbe in corso un tentativo di individuare una soluzione. La mediazione, a cui a quanto si apprende starebbero lavorando i relatori Anna Finocchiaro e Roberto Calderoli, lascerebbe intatta la questione della non elettività dei senatori, ma aprirebbe rispetto ad altri aspetti di rilievo.

In particolare, l'attenzione si concentrerebbe sulla possibilità di abbassare il numero di firme necessarie per presentare i quesiti dei referendum abrogativi, che nel testo attuale è fissato a 800mila. Un altro punto sul quale si starebbe lavorando riguarda le competenze del Senato in materia di bilancio dello Stato.

Infine, nel 'faro' acceso dai relatori su possibili modifiche, vi sarebbe anche lo snodo cruciale della modalità di elezione del Presidente della Repubblica, individuando una platea più ampia di 'grandi elettori'. Ma fra le proposte in campo, com'è noto, vi è anche la possibilità di far ricorso ad un'elezione popolare nel caso non si riesca a centrare l'obiettivo dopo un certo numero di scrutini nel Parlamento in seduta comune.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza