cerca CERCA
Martedì 07 Dicembre 2021
Aggiornato: 04:00
Temi caldi

Roma: anche via Madonna dei Monti chiede pedonalizzazione

09 febbraio 2015 | 15.19
LETTURA: 3 minuti

Lettera dei commercianti locali al presidente del primo Municipio: "facciamo rivivere l'antico Argiletum".

alternate text
Via Urbana senz'auto

Si allarga la voglia di pedonalizzazioni "dal basso" nel rione Monti: dopo la richiesta dei commercianti e dei residenti di via Urbana, supportata da una petizione popolare con oltre 1.200 firme, adesso anche gli esercenti della vicina via Madonna dei Monti chiedono un'analoga riqualificazione della strada.

In una lettera inviata oggi al presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi, un gruppo di commercianti della via afferma che "a seguito della mobilitazione da parte della Associazione di Via Urbana per una pedonalizzazione della loro strada, è emerso anche da parte nostra un interesse riguardo tale intervento: siamo infatti convinti che tale scelta porterebbe differenti vantaggi a questa parte della città, come già parzialmente avvenuto con l’intervento che ha riguardato Via dei Fori Imperiali".

La pedonalizzazione di Via della Madonna dei Monti "darebbe, secondo noi, un forte contributo alle attività commerciali e artigianali esistenti -prosegue la lettera-, ma soprattutto restituirebbe spazi di vita alla cittadinanza, preserverebbe il patrimonio artistico dell’area e attraverso la realizzazione di un itinerario pedonale ne valorizzerebbe cultura e storia. Ci impegnamo in questa ottica ad aprire un dialogo con tutti i residenti e le attività interessate e a contribuire in tal modo in maniera propositiva al lavoro delle nostre rappresentanze istituzionali".

"Ridare vita e bellezza al primo sentiero degli antichi romani, ancora esistente"

L'aspetto interessante, affermano i firmatari (che annunciano contestualmente l'intenzione di dare vita a un'associazione di strada, sempre sulla falsariga dell'esperienza di via Urbana) è che "Via della Madonna dei Monti, Via Leonina e Via Urbana sono storicamente un continuum che legava i Fori Imperiali al Rione più antico di Roma ed è un peccato che un così importante asse viario sia abbandonato all’oblio della “non comunicazione”, limitando la possibilità ai romani e ai turisti di conoscere gli splendori che vi sono celati". Il percorso descritto è l'antico Argiletum, il sentiero che univa la Roma quadrata al suo primo suburbio, appunto la Suburra, e che oggi sopravvive nel percorso ricordato nella missiva.

"E' una notizia che ci riempie di gioia e ci conforta nelle nostre ragioni -dice Renato Gargiulo, presidente dell'associazione di strada di via Urbana, che ha curato la proposta e lanciato la petizione-. L'idea di ridare vita e bellezza all'antico Argiletum è un'occasione che il Campidoglio non può perdere: il percorso sarebbe connesso con quello in progetto da il rione Monti e l'Aventino, recentemente annunciato dal comune".

La scorsa settimana, il presidente del consiglio municipale e quello della commissione Lavori pubblici, Yuri Trombetti e Stefano Marin, avevano sposato la causa di un'isola ambientale a Monti; mentre è in calendario per domani, sempre in municipio, l'audizione dei rappresentanti della proposta di via Urbana, a cui si aggiunge oggi quella di via Madonna dei Monti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza