cerca CERCA
Sabato 25 Giugno 2022
Aggiornato: 16:10
Temi caldi

comunicato stampa

Risultato di gestione a 110,6 milioni di Euro (+147%)

11 febbraio 2022 | 09.34
LETTURA: 3 minuti

UTILE NETTO nel 2021 a 65,6 milioni di euro (+111%) in linea con la guidance

ROE 1 2021 pari a circa 10% tra i più alti del settore

Forte crescita dei Crediti netti verso la clientela e investimenti (+25% su base annua) a 2,8 miliardi di euro

Solida patrimonializzazione a disposizione dello sviluppo (CET1 al 18,8% - 19,3% pro-forma)

Eccellente qualità del credito: crediti lordi organici su crediti lordi totali del business originato da illimity pari a 0,7% e moratorie azzerate senza sostanziali misure di forbearance

Solide prospettive di crescita di volumi e profitti nel 2022

Nasce oggi b-ilty , il primo business store digitale per un milione di imprenditori

MILANO, Feb. 11, 2022 (GLOBE NEWSWIRE) -- Il Consiglio di Amministrazione di illimity Bank S.p.A. (“illimity” o la “Banca”), riunitosi ieri sotto la presidenza di Rosalba Casiraghi, ha approvato i risultati del Gruppo illimity al 31 dicembre 2021.

illimity raggiunge pienamente la guidance di profitti del 2021, consegnando un risultato netto di 65,6 milioni di euro per l’anno 2021, valore più che raddoppiato rispetto al 2020 (31,1 milioni di euro). Il ROE dell’anno 2021 si attesta a circa il 10%. L’utile netto del quarto trimestre 2021 si attesta a 19,4 milioni di euro (18,8 milioni di euro nel terzo trimestre 2021, +3% t/t e +187% rispetto ai 6,8 milioni di euro del quarto trimestre 2020).

Nel dettaglio, l’esercizio in esame è stato caratterizzato da:

Nel 2021 sono inoltre state poste le basi, in linea con le direttrici di sviluppo previste dal Piano Strategico, per una solida crescita dei profitti e della redditività anche nel 2022:

Corrado Passera, CEO e Fondatore di illimity, ha commentato: “Chiudiamo il 2021 con grande soddisfazione e apriamo il 2022 con grande fiducia.

Con il 2022 si apre una nuova fase di ulteriore crescita per illimity. I mercati del credito performing, restructuring e distressed sui quali ci siamo concentrati fin dalla nostra nascita sono ancora più grandi del previsto e abbiamo dimostrato di avere vantaggi competitivi forti e sostenibili. La nostra crescita sarà ulteriormente supportata da tre iniziative altamente tecnologiche, oggi già operative: b-ilty (prima piattaforma digitale completa di credito e servizi finanziari per le PMI), la nostra proptech NewCo (proptech molto innovativa che partirà nelle prossime settimane), e HYPE (fintech leader in Italia). Tutte le iniziative hanno in comune il fatto che servono mercati grandi e dai bisogni insoddisfatti, hanno un modello operativo altamente scalabile e possono aprirsi a partnership con player importanti.

Infine, le sinergie che progressivamente abiliteremo con il Gruppo ION in tutte le nostre aree di attività, porteranno a un’ulteriore accelerazione del percorso di crescita di illimity.

I risultati e il lavoro fatto fino ad oggi ci rendono fiduciosi che gli obiettivi di crescita e redditività del Piano Strategico 2021-25 (>240 milioni di euro di Utile Netto) sono assolutamente alla nostra portata.”

Per maggiori dettagli vedere il comunicato completo:

https://assets.ctfassets.net/0ei02du1nnrl/6oTUyP7z2SEFn2N32YkE0v/a1eb905de3a5d39a370aeb93af1e6886/illimity_Risultati_4Q21_FY21.pdf

Per ulteriori informazioni:

Investor Relations Silvia Benzi: +39.349.7846537 - +44.7741.464948 - silvia.benzi@illimity.com

Wire Service Contact:InvestorWire (IW)Los Angeles, Californiawww.InvestorWire.com212.418.1217 OfficeEditor@InvestorWire.com _____________________1 ROE – Return on Equity: calcolato come utile netto di periodo in rapporto al patrimonio netto medio dell’anno (1/1-31/12/2021).2 Calcolato come rapporto tra accantonamenti per perdite su crediti e valore di crediti netti verso la clientela organici al 31 dicembre 2021 (1.704 milioni di euro) sui segmenti Factoring, Cross-over, Acquisition Finance, Turnaround in bonis (inclusi crediti ritornati in bonis), portafoglio crediti della ex Banca Interprovinciale e Senior Financing verso investitori non finanziari di crediti distressed – escludendo pertanto i crediti UTP acquistati od originati nell’ambito del business Turnaround e gli investimenti in portafogli di crediti distressed.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza