cerca CERCA
Domenica 25 Settembre 2022
Aggiornato: 16:49
Temi caldi

Roland Garros 2022, Trevisan in semifinale singolare femminile

31 maggio 2022 | 14.30
LETTURA: 2 minuti

L'azzurra batte in 3 set la canadese Fernandez

alternate text
- (Afp)

Martina Trevisan vola in semifinale al Roland Garros 2022, seconda prova stagionale del Grande Slam, in corso di svolgimento sui campi in terra rossa del Bois de Boulogne di Parigi. La 28enne fiorentina, numero 59 del mondo, supera la 19enne canadese Leylah Fernandez, numero 18 del ranking Wta e 17 del seeding, con il punteggio di 6-2, 6-7 (3-7), 6-3 in 2h21'. In semifinale l'azzurra affronterà la statunitense Coco Gauff. La 18enne, numero 23 del mondo e 18 del seeding, ha vinto il derby con la connazionale 29enne Sloane Stephens, numero 64 del ranking Wta, con il punteggio di 7-5, 6-2, in un'ora e mezza di gioco.

Leggi anche

LA PARTITA - Trevisan parte col piede sull'acceleratore (2-0) e mantiene saldamente il controllo del primo set volando fino al 5-2. L'azzurra non sfrutta i primi 3 set-point ma chiude il parziale alla quarta opportunità con un dritto incrociato. La seconda frazione inizia in salita (1-3) ma l'atleta tosca risale fino al 3-3 e sul 5-4 ha a disposizione un match-point. Fernandez lo annulla con un rovescio perfetto, si rimette in carreggiata e approda al tie-break.

La canadese prende il largo (3-0, poi 5-1) e chiude per 7-3 rinviando il verdetto al terzo set. Trevisan si accende nel momento chiave, strappando per 2 volte il servizio alla rivale e scappando subito sul 4-0. La reazione della nordamericana produce una rimonta a metà: l'azzurra conserva un break di vantaggio, piazza il dritto che vale vittoria e qualificazione alla semifinale.

"Sul primo match-point ero nervosa, tesa: mancava un punto per la semifinale -dice l'azzurra alla fine-. Poi ho accettato la situazione: ho capito che era normale sentirsi tesa ed emozionata e dovevo fare i conti anche con questo. Sono davvero felicissima. Ieri ho parlato con Francesca e Flavia (Schiavone, regina di Parigi nel 2010 e finalista anche l’anno dopo, e Pennetta, campionessa di New York nel 2015; ndr) e mi sono sentita carica ed orgogliosa per quello che stavo facendo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza