cerca CERCA
Sabato 23 Ottobre 2021
Aggiornato: 03:13
Temi caldi

Roma: bambina ferita su Altare Patria, assolto padre in Appello

21 febbraio 2014 | 17.18
LETTURA: 2 minuti

Assoluzione in Corte d'Appello con formula piena per il francese Julien Monnet, che era stato accusato nel luglio del 2008 di tentativo di omicidio della figlia Luna di pochi anni e in vacanza con lui a Roma, rimasta ferita dopo aver battuto la testa sulla scalinata dell'Altare della Patria.

In primo grado a conclusione del proceso svoltosi il 28 febbrario del 2011 Monnet era stato dichiarato non punibile perché incapace di intendere e di volere al momento del fatto. Ma oggi, accogliendo le istanze dei difensori Michele e Alessandro Gentiloni, la prima Corte d'Appello ha stabilito che la ragazzina cadde accidentalmente mentre era in braccio al padre che discuteva con una vigilessa. Cadendo si determinò uno stato di coma e il conseguente ricovero per qualche tempo della bambina all'ospedale del Bambino Gesu'.

Il procuratore generale Pietro Catalani oggi aveva sollecitato la conferma della sentenza di primo grado ma la Corte ha adottato la formula "perchè il fatto non sussiste". Commentando la decisione dei giudici i difensori hanno detto: "Siamo pienamente soddisfatti. Finalmente, dopo quasi sei anni di lavoro, è stata riconosciuta l'infondatezza delle accuse formulate nei riguardi del nostro cliente. Non ci fu nessun tentativo di omicidio ma soltanto una disgrazia".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza