cerca CERCA
Mercoledì 19 Gennaio 2022
Aggiornato: 09:09
Temi caldi

Roma, da Prati a San Basilio rovistaggio in tutti i Municipi: costa 8 milioni all'anno

08 marzo 2017 | 17.22
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Da Prati a San Lorenzo, dai Parioli a San Basilio, dall'Appia a Garbatella, da Marconi a Ostia, il rovistaggio è un fenomeno che non risparmia nessun Municipio della Capitale. La pratica di rovistare tra i rifiuti, espressione di un forte disagio sociale, secondo i dati forniti all'Adnkronos dall'Ama, costa ai romani 8 milioni di euro l'anno.

A causa del fenomeno, presente in tutta la città, gli operatori Ama sono costretti a ripetuti interventi per assicurare il decoro, ostacolando i servizi ordinari e sottraendo di conseguenza tempo e risorse alle normali attività svolte sul territorio. La pratica, a cui il Campidoglio ha dichiarato guerra con l'annuncio di una modifica al regolamento comunale sui rifiuti che ne introduca il divieto prima di arrivare all'eliminazione dei cassonetti stradali, impegna ogni giorno le squadre dell'Ama con un inevitabile incremento dei costi per i servizi aggiuntivi svolti.

In particolare, l'Ama svolge quotidianamente "su tutto il territorio comunale circa 326 servizi di recupero dei materiali misti abbandonati attorno ai cassonetti, riguardanti oltre 17mila postazioni. Di tali servizi, si stima che almeno il 30% sia dovuto alla rimozione dei rifiuti lasciati fuori dai cassonetti dai rovistatori, con un costo di circa 8 milioni di euro/anno".

"Oltre a questo danno che incide sul decoro urbano, i rovistatori sottraggono ai cassonetti rifiuti che, si ricorda, appartengono a Roma Capitale e devono essere gestiti esclusivamente dall’azienda alla quale il Comune affida il servizio di igiene urbana - sottolinea l'Ama - Questi rifiuti sottratti indebitamente rappresentano inoltre materiali che possono essere avviati a recupero/riciclo per cui si configura anche un ulteriore danno economico ed ambientale".

Impietosa la mappa del fenomeno fornita dall'Ama, che riguarda solo alcune delle aree recentemente più colpite dal fenomeno del rovistaggio suddivise per Municipio. Se Prati risulta l'area più colpita nel I Municipio, nel II il fenomeno colpisce maggiormente le zone di San Lorenzo, Parioli, Trieste; nel III Municipio le aree più colpite risultano Nuovo Salario, Talenti, Serpentara; nel IV Municipio San Basilio, Torraccia, Casal Bertone.

Nel V Municipio le aree recentemente più colpite dal fenomeno, secondo i dati dell'Ama, risultano essere Casilina, Prenestina, La Rustica; nel VI Municipio via dei Romanisti e Ponte di Nona; nel VII Municipio via Appia Nuova, Morena, Tuscolana; nell'VIII Municipio Garbatella e Circonvallazione Ostiense; nel IX Municipio via Eroi di Cefalonia e Spinaceto; nel X Municipio Corso Duca di Genova, viale Vasco de Gama; nell'XI Municipio via Oderisi da Gubbio e Lungotevere degli Inventori; nel XII Municipio Circonvallazione Gianicolense e viale dei Quattro Venti; nel XIII Municipio Cornelia, Boccea e Gregorio VII.

A chiudere la mappa il XIV Municipio con le aree di Valle Santa, area urbana della Braccianese e via della Storta e il XV Municipio con Vigna Stelluti, via di Baccanello e Prima Porta.

Dal cassonetto al mercatino, viaggio tra chi di rifiuti ci vive

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza