cerca CERCA
Domenica 22 Maggio 2022
Aggiornato: 13:55
Temi caldi

Roma: fratello giovane ucciso al Gianicolo, amareggia silenzio sindaco

23 aprile 2014 | 14.11
LETTURA: 2 minuti

"Questa città ci ha tolto una cosa bella che era mio fratello, a noi della famiglia, ma anche a tutti gli amici. Questa associazione ci permetterà di convogliare la rabbia su qualcosa di costruttivo al fine di evitare questi episodi, magari farli diminuire". A parlare è Francesco, il fratello di Carlo Macro, il ragazzo ucciso al Gianicolo da un indiano che viveva in una roulotte poco distante 'disturbato' dalla musica troppo alta che veniva dalla macchina dei due fratelli.

"L'unica persona che è venuta a farci le condoglianze, a livello personale, è Rita Cutini, assessore alle politiche sociali di Roma. Cosa gradita, ma ci aspettavamo almeno una parola da parte dell'amministrazione di Roma, una parola di conforto pubblica, che dimostrasse che la città avesse recepito l'accaduto. Per questo siamo parecchio amareggiati'', spiega Francesco, prima che il ricordo finisca di nuovo a quella notte di due mesi fa: ''Mentre tornavo verso la macchina, ovvero verso mio fratello era già successo tutto, lui era in piedi davanti all'uomo col cacciavite e non mi sono reso conto di nulla, la maglietta non era neanche sporca di sangue".

"Se avessi sentito mio fratello urlare mi sarei girato - continua Francesco - la musica era accesa in macchina a un volume che ci consentiva comunque di chiacchierare, anche se non era proprio di sottofondo. Giro con più timore a Roma, ma non lo dico solo per il gusto della polemica, ma perché sono più sensibile. Roma è una città piena di mine posizionate, prima o poi qualcuno ci casca. C'è una deriva di degrado sotto vari punti di vista che sembra abbastanza incontrollata e su cui sembra mancare un'azione di contrasto. Che i quartieri centrali di Roma, Trastevere, Campo dei Fiori, San Lorenzo, Pigneto siano dei quaritieri in cui la sera c'è un certo livello di violenza è ben noto, che ci siano mercati di spaccio all'aria aperta non credo che sia un segreto".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza