cerca CERCA
Giovedì 28 Gennaio 2021
Aggiornato: 00:19

Roma, nei giardini di Piazza Vittorio installazione B-Jesus curata da Mariotto

12 gennaio 2021 | 15.30
LETTURA: 4 minuti

Apertura il 14 gennaio - Il progetto promosso dalla sindaca Raggi è sostenuto da Lazio Innova

alternate text
Roma, 12 gen. (Adnkronos)

Apertura al pubblico, a Roma, il 14 gennaio di 'B-Jesus'1, progetto artistico itinerante ideato e a cura di Guillermo Mariotto, con la collaborazione dell’associazione Caput New Mundi e di Eileen Tasca, che intende recuperare il senso di comunità e i valori umani, attraverso la creatività. Un modo dinamico di creare un ponte di legami tra adulti , giovani e bambini, tra passato- presente e futuro. Il progetto B-Jesus è supportato dal patrocinio della Rai per il Sociale, di Roma Capitale, del Comune di Viterbo e del Comune di Lanuvio, sostenuto da Elt Elettronica Group e dagli sponsor tecnici di Acea, Iris Ceramiche, M2 Ingegneria Lazio Innova - Fablab  Spazi Attivi di Lazio Innova nelle sedi di Ferentino, Zagarolo, Viterbo, Colleferro e Roma.

Il progetto è promosso dal Comune di Roma e dalla sindaca Virginia Raggi che ha messo a disposizione i giardini Nicola Calipari all’interno della rinnovata Piazza Vittorio Emanuele II nel quartiere Esquilino, multietnico per eccellenza

L’opera è formata da 250 triangoli isosceli rivestiti con lastre in gres porcellanato create da Iris Ceramica Group, colosso modenese esempio di successo del Made in Italy, titolare di brevetti per la produzione di materiali antibatterici ed antinquinanti certificati Iso, pioniere delle produzioni eco sostenibili sin dai primi anni ’70. L’installazione è progettata in 3d dall’artista e scultore Pellegrino Cucciniello e prodotta e strutturata dall’ingegnere artista e scultore Giuseppe Verri, con l’ausilio di M2 Ingegneria. 

Acea Group ha contribuito a rendere l’intera opera brillante e dinamica grazie agli effetti di luce. L’opera, ispirata  alla tradizione del Presepe, ospita le statuine dalle fattezze "robotizzate" e ognuna di queste avrà simbolicamente un super potere. Doti morali, virtù e valori da offrire in dono.

Le sculture sono state commissionate ad artisti, scultori, architetti, gioiellieri, orafi, ingegneri, designer e stilisti di tutta Italia ed Europa ed anche ad artisti dell’Associazione Amici dell’arte moderna a Valle Giulia e da artisti della Galleria Vittoria di Roma da studenti delle Accademie di Belle Arti e di Moda, e di scuole di ogni ordine e grado appartenenti alla Comunità Europea. Tra gli artisti, Tommaso Cascella, Serafino Maiorano, Bruno Ceccobelli, Federico Paris, Davide Dormino, Marco Guglielmi Reimmortal. L’obiettivo dell’installazione itinerante è coinvolgere tutti, dai grandi artisti ai bambini, per diffondere un autentico senso di appartenenza alla comunità creativa. Una vetrina che sarà possibile ammirare per un anno intero e che, nello spostarsi attraverso l’Italia, offrirà la possibilità di accogliere strada facendo le opere di tutti coloro che vorranno aggiungersi.

L’iniziativa ha favorito lo spirito comunitario, innescando il desiderio di partecipazione e condivisione spontanea, che si è concretizzato con l’adesione di numerosissimi artisti e scuole, nonostante le avversità determinate dalla distanza e dal Covid19. Il presepe è stato ospitato durante le fasi di preallestimento all’interno degli spazi di Pratibus District, di Roma, antico deposito dell’Atac ora dedito ad iniziative culturali. L’installazione è un’opera di grande design, che rappresenta nelle forme e nei colori tutta l’Italia in veduta aerea, inoltre con il contributo di Acea, è illuminata e esaltata dagli effetti speciali di Luce lungo le zone costiere e quelle più interne montuose rese attraverso l’uso dei sagomatori.

Le dimensioni del progetto sono 20 metri di lunghezza per 14 metri di larghezza per 2,80 metri di altezza. L’opera per le sue peculiari caratteristiche tecnico-costruttive, si presta ad essere facilmente smontata e rimontata in qualsiasi parte del mondo che ne faccia richiesta. L’evento si prefigge l’obiettivo di dar spazio all’espressione creativa sia di artisti di fama internazionale (artisti digitali, designer, architetti, ingegneri, scultori, pittori, stilisti), sia di studenti di Accademie di Costume, di Moda e di Belle Arti, sia di studenti di Scuola Primaria e Secondaria facenti parte della Comunità Europea, per creare una sinergia culturale attraverso la realizzazione di opere che richiamino la tradizione della natività.

L’installazione nasce come un progetto itinerante nel suo viaggio attraverso i comuni d’Italia che lo vorranno ospitare, partirà da Roma Capitale, all’interno della rinnovata Piazza Vittorio Emanuele II, e poi continuerà il suo viaggio verso tutti i capoluoghi delle regioni italiane, ma si recherà anche in tutte le città estere che desiderino accoglierlo. 

Grazie alla vocazione inclusiva cittadini di ogni età potranno aggiungervi le proprie opere che diverranno anch’esse parte del progetto.  Attraverso la didattica laboratoriale i bambini esprimono la propria fantasia e si mettono in gioco per far vincere alla propria classe un premio (Lim, lavagne interattive multimediali e tablet) donati dagli Sponsor.  

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza