cerca CERCA
Domenica 19 Settembre 2021
Aggiornato: 20:08
Temi caldi

Roma, omicidio Santa Severa scatenato da gelosia: 3 fermi dei carabinieri

12 giugno 2014 | 16.41
LETTURA: 2 minuti

Luigi Solano, 31enne, siciliano, fu ucciso il 6 giugno scorso, nella frazione balneare del Comune di Tolfa

alternate text

I carabinieri della compagnia di Civitavecchia hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto, su decreto della procura di Civitavecchia, due uomini e una donna, italiani, ritenuti responsabili dell'omicidio e dell'occultamento del cadavere di Luigi Solano, 31enne, siciliano, ucciso il 6 giugno scorso, nella frazione balneare di Santa Severa Nord del Comune di Tolfa (Roma). Si tratta di D.B.M, 34 anni, D.S.S., 34 anni e M.L. 33 anni. A scatenare il delitto è stata la gelosia.

L'8 giugno i carabinieri, allertati al 112 da due cittadini rumeni che vivono nello scalo ferroviario di Santa Severa, hanno trovato il corpo della vittima, irriconoscibile e occultato tra alte erbacce, sotto una pesante lastra metallica.

Effettuati i rilievi tecnico scientifici, a cura di carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Ostia e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Civitavecchia, è stato congelato il luogo del delitto e sono stati raccolti significativi oggetti e tracce per la ricostruzione dell'evento. L'attività di indagine immediatamente attivata, si è rilevata particolarmente complessa, e ha visto impegnati i militari per oltre 72 ore.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza