cerca CERCA
Giovedì 09 Dicembre 2021
Aggiornato: 23:31
Temi caldi

Roma: logo M5s su auto car sharing, Agenzia Mobilità 'Valuteremo danni'

08 giugno 2015 | 21.20
LETTURA: 2 minuti

Agenzia Mobilità: "Valuteremo i danni"

alternate text
La foto pubblicata dall'esponente Pd Luciano Nobili su Twitter

Un'auto del servizio di car sharing del Comune di Roma utilizzata per fare propaganda elettorale. E' quanto denunciano diversi esponenti politici oggi dopo che i parlamentari M5s si sono presentati questa mattina al Senato per depositare le 200mila firme con la richiesta di un referendum sull'euro. A scatenare le polemiche però sono stati gli adesivi del M5s attaccati sulla vettura di proprietà del Comune di Roma.

La denuncia è partita dall'esponente del Partito democratico Luciano Nobili: "È normale che il ‎M5S ‬si appropri di un mezzo del Car Sharing comunale per far propaganda?" ha chiesto su Twitter.

Critiche anche da Fabrizio Panecaldo, consigliere Pd di Roma capitale. "Va bene che nel concetto stesso di car sharing c’è l’idea della condivisione, ma trasformare una automobile pubblica, del Comune e al servizio della mobilità sostenibile, in uno strumento di propaganda mobile ad uso e consumo di un partito, una parte per il tutto, non denota un grande rispetto per le regole condivise e per le opinioni degli altri. Ci saremmo aspettati di più che un uso piratesco e scroccone di mezzi pubblici da parte dei teorici della trasparenza".

Sulla vicenda in serata è arrivata la dura presa di posizione dell'Agenzia per la Mobilità, che si è detta "del tutto all'oscuro dell'affissione di simboli politici, ad opera di un parlamentare del Movimento 5 Stelle, all'esterno della vettura regolarmente prenotata questa mattina per mezzo di un abbonamento individuale. Tale azione - si legge in un comunicato - rappresenta un'evidente violazione dei principi generali che regolano l'utilizzo di un bene pubblico, nonché del regolamento comunale sulle affissioni. Roma Servizi per la Mobilità - conclude la nota - sta valutando i danni provocati all'immagine dell'Azienda e dell'Amministrazione capitolina oltre all'esistenza degli estremi per la risoluzione del contratto".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza