cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 00:05
Temi caldi

Roma: polizia arresta rapinatore seriale, colpi in farmacie e profumerie

23 luglio 2014 | 14.06
LETTURA: 2 minuti

L'uomo, riconosciuto da alcune sue vittime, spesso agiva con un complice, anche lui fermato

alternate text

Arrestato dalla polizia un secondo rapinatore seriale a Roma, presunto autore di numerose rapine a farmacie e profumerie. L'inizio dell'indagine risale al febbraio scorso. Gli uomini del commissariato San Paolo, diretto da Filiberto Mastrapasqua, nel continuo lavoro di monitoraggio effettuato nella loro zona, avevano constatato una recrudescenza delle rapine in danno di esercizi commerciali.

Obiettivi preferiti dai rapinatori profumerie e farmacie, senza disdegnare però anche centri di telefonia, negozi di abbigliamento, fast food e edicole. Era quindi subito iniziata un'attività investigativa che poco dopo aveva dato i suoi frutti.

Gli agenti in servizio di appostamento nei pressi dell'abitazione di uno dei sospettati, R.G., 47enne romano del Trullo, lo avevano visto tornare a bordo di uno scooter rubato subito dopo aver consumato una rapina in danno di una farmacia. Le vittime lo avevano inequivocabilmente riconosciuto come il responsabile dell'evento e per lui era scattato l'arresto. Le indagini, però, non si sono fermate.

Nel prendere in esame le numerose rapine avvenute negli ultimi tempi, era emersa la possibilità che l'arrestato fosse responsabile non solo dell'ultimo episodio ma anche di molti altri, spesso portati a termine in collaborazione con un complice. Le indagini sono pertanto proseguite con l'ascolto dei testimoni e con l'acquisizione delle immagini riprese dalle telecamere a circuito chiuso degli esercizi commerciali.

Al termine degli accertamenti gli investigatori hanno chiuso il cerchio, delineando chiaramente le responsabilità anche di S.M., romano, di 45 anni. Per ben 13 rapine gli agenti hanno avuto riscontri certi circa la responsabilità di R.G. e S.M., che in alcuni casi avevano operato da soli, molto più spesso in coppia.

Tutta l'attività espletata è stata pertanto sottoposta al vaglio dell'autorità giudiziaria che, concordando con le risultanze investigative, ha emesso per i due ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita nella giornata di ieri. R.G. e S.M. sono pertanto finiti in manette e, al termine, accompagnati presso il carcere di Regina Coeli.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza