cerca CERCA
Giovedì 09 Dicembre 2021
Aggiornato: 00:04
Temi caldi

Roma, prende tangente per tacere irregolarità cantiere: arrestato ispettore Asl

03 maggio 2014 | 15.55
LETTURA: 2 minuti

alternate text

I carabinieri della stazione Roma Bravetta hanno arrestato, lo scorso 28 aprile, per concussione, un operatore addetto ai servizi di prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro della Asl Roma D. L'uomo, di 39 anni, romano, incensurato, aveva appena ricevuto una mazzetta da 500 euro, in contanti, da un imprenditore romano di 56 anni, per evitargli una multa salatissima.

L'operatore dell'Asl si era recato, per alcuni controlli, in un cantiere, in zona Bravetta, dove l'imprenditore stava effettuando dei lavori edili, riscontrando delle irregolarità che avrebbero comportato al titolare dell'impresa sanzioni amministrative per un importo complessivo pari a settemila euro.

L'ispettore dell'Asl ha subito fatto capire che la multa poteva essere evitata in cambio di 1000 euro in contanti, scontati poi a 500. Una volta concordato l'appuntamento per la consegna del denaro, l'imprenditore si è recato dai Carabinieri di Bravetta per denunciare tutto. Così all'appuntamento, in via Casetta Mattei, luogo designato per la consegna del denaro, si sono presentati anche i Carabinieri in borghese che hanno arrestato il dipendente dell'Asl Rm D non appena ha intascato i soldi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza