cerca CERCA
Lunedì 24 Gennaio 2022
Aggiornato: 11:25
Temi caldi

Roma, processo 'Coop Casa Lazio': chieste 10 condanne per 32 anni

26 marzo 2014 | 14.57
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Dieci condanne per complessivi 32 anni di reclusione sono state chieste oggi dal pm Stefano Pesci a conclusione della requisitoria nel processo per gli illeciti avvenuti nella costituzione e nell'attivita' del cosiddetto consorzio Coop Casa Lazio. A 10 anni di distanza dall'inizio della vicenda giudiziaria il processo si concludera' probabilmente nel prossimo mese di aprile.

La condanna piu' pesante a 8 anni e 8 mesi di reclusione e' stata chiesta dal magistrato dell'accusa per Emilio Francesco Falco, gia' presidente del consorzio. Per quanto riguarda gli altri imputati le maggiori pene sono state sollecitate per Franco Danna (4 anni e 10 mesi di reclusione), Luigi Guerrieri (4 anni), Salvatore Di Giorgio (4 anni) e Dario Ferrazza (3 anni e 9 mesi). Le accuse contestate agli imputati vanno dall'associazione per delinquere, la truffa, la bancarotta fraudolenta, l'usura, la simulazione di reato, l'occultamento di atti, l'appropriazione indebita e la violazione della legge bancaria.

Al centro della vicenda processuale una maxi truffa ai danni di centinaia di soci di 49 cooperative confluite nel consorzio Coop Casa Lazio. Secondo l'accusa le somme versate dai soci per mutui e contributi percepiti dalle cooperative sarebbero state distratte con grave danno per coloro che speravano di poter avere una casa. Abitazione che poi in molti non hanno ottenuto proprio a causa dei presunti illeciti compiuti dai dirigenti del consorzio. Prossima udienza il 2 aprile.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza