cerca CERCA
Martedì 28 Giugno 2022
Aggiornato: 18:21
Temi caldi

Roma: stop a botticelle e più canili, così i candidati a sindaco su tutela animali

16 maggio 2016 | 14.14
LETTURA: 3 minuti

alternate text
- Sergiogen - Fotolia

Un sì unanime all'abolizione delle botticelle, riconversione delle licenze e tutela dei cavalli; stop alla costruzione dell'acquario al laghetto dell'Eur; potenziamento dei canili comunali e valorizzazione del volontariato sul territorio. Sono le risposte dei principali candidati a sindaco di Roma per le elezioni di domenica 5 giugno in tema di tutela degli animali.

A renderle note, dopo una consultazione con Fassina, Giachetti, Marchini, Meloni e Raggi, sono le associazioni animaliste (Animalisti Italiani, Avccp, Enpa, Lav e Oipa) che ai candidati hanno chiesto nelle scorse settimane impegni precisi sul positivo Regolamento comunale vigente, la sorte dei canili pubblici e le colonie feline cittadine, lo zoo-bioparco, il costruendo acquario all’Eur, il varo di un Regolamento per la tutela del verde urbano con azioni incruente di prevenzione con specie animali problematiche.

"Il primo risultato delle battaglie animaliste e dei cittadini negli ultimi anni - sottolineano gli animalisti - è che chiunque vincerà fra i cinque principali candidati (in attesa di sapere se la candidatura di Fassina sarà validata o meno dal Consiglio di Stato) il nuovo sindaco di Roma voterà Sì alla Delibera di iniziativa popolare per l’abolizione delle botticelle, tutela dei cavalli e riconversione delle licenze in altre attività di trasporto, depositata dalle associazioni con oltre il doppio delle firme necessarie. Inoltre - sottolineano - sarà rivisto il progetto di costruzione dell’acquario al laghetto dell’Eur, vietato dal Regolamento comunale in vigore".

Ma vediamo candidato per candidato, quali sono stati gli impegni presi. Stefano Fassina ha risposto positivamente su tutti i punti; Roberto Giachetti ha risposto positivamente per abolizione botticelle, rilancio Ufficio Diritti Animali, incentivazione delle adozioni dai canili. Non ha preso impegni sugli altri punti (zoo-bioparco, acquario, ecc); Alfio Marchini ha risposto positivamente su tutti i punti con una specificazione riguardo all’attività dello zoo-bioparco che per lui non andrà dismesso ma man mano trasformato; Giorgia Meloni ha risposto positivamente su tutti i punti ad eccezione della riconversione dello zoo-bioparco in centro di recupero per animali; Virginia Raggi ha risposto positivamente su tutti i punti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza