cerca CERCA
Mercoledì 18 Maggio 2022
Aggiornato: 08:51
Temi caldi

Roma: tenta colpo in sala giochi già rapinata ma lo riconoscono, arrestato

06 gennaio 2015 | 12.02
LETTURA: 2 minuti

A volto scoperto, arma nascosta sotto il giaccone, era pronto a rapinare una sala giochi di via Aurelia, ma è stato bloccato dalla polizia. In manette è finito un 32enne romano. L’episodio è accaduto il pomeriggio dello scorso 3 gennaio, quando gli agenti del Commissariato Aurelio sono riusciti a sventare il colpo ai danni della sala giochi, che era stata già rapinata o scorso 27 marzo.

All’epoca il titolare aveva denunciato l’accaduto alla Polizia dando anche una sommaria descrizione dell’autore, il quale con una pistola in pugno aveva minacciato i dipendenti facendosi consegnare l’incasso. Qualche giorno fa a uno dei dipendenti è parso riconoscere tra i clienti della sala proprio l’uomo che li rapinò. Immediati gli accertamenti degli investigatori. Paragonando le immagini della videosorveglianza della rapina di marzo con quelle del “cliente” osservato, è stato subito notata l’impressionante somiglianza, anche negli abiti.

Pensando che il rapinatore potesse tornare a colpire, i poliziotti hanno effettuato una serie di appostamenti, fino all'epilogo, alle 17.00 del 3 gennaio, quando l’uomo fa il suo ingresso nella sala giochi e dopo pochi minuti si dirige verso le casse con la mano destra nascosta dentro il giaccone. Immediato a questo punto l’intervento degli agenti che lo hanno bloccato. Sotto il giaccone nascondeva una pistola – poi verificato essere un’arma giocattolo – identica a quella in uso alle Forze dell’Ordine; perquisendo la sua abitazione sono poi stati ritrovati gli abiti utilizzati per compiere la rapina di marzo.

Identificato per A.F., 31enne romano, l’uomo è stato accompagnato negli uffici di Polizia, dove ha ammesso le proprie responsabilità anche per la rapina avvenuta lo scorso 27 marzo. Arrestato dovrà ora rispondere per i reati di rapina e tentata rapina.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza