cerca CERCA
Mercoledì 18 Maggio 2022
Aggiornato: 20:33
Temi caldi

Roma

Virginia Raggi è la prima donna al Campidoglio

20 giugno 2016 | 00.56
LETTURA: 4 minuti

alternate text
(Adnkronos)

Dai banchi dell'opposizione in Aula Giulio Cesare allo scranno più alto. Il M5S conquista la Capitale e Virginia Raggi, eletta sindaco di Roma al ballottaggio, è la prima donna alla guida del Campidoglio.

Nata a Roma 37 anni fa, cresciuta nel quartiere San Giovanni-Appio Latino, si è diplomata al liceo scientifico Isacco Newton e poi laureata in Giurisprudenza all'Università Roma Tre. Oggi vive nella borgata Ottavia, sulla Trionfale, insieme al figlio Matteo.

Avvocato civilista, si avvicina alla politica per passione: "È stata infatti proprio la passione, nata dalla rabbia di vedere la mia splendida città ridotta ad uno stato indecoroso - spiega lei stessa nella sua presentazione online - a farmi appassionare ai temi del decoro, della sostenibilità, del rispetto per gli altri e per l'ambiente a farmi entrare nei gruppi di acquisto e poi nel comitato di quartiere della mia zona. Poi, delusa e pentita dopo aver votato per anni a sinistra, nel 2011 ho scelto il Movimento 5 Stelle e, insieme ad altri due attivisti, ho costituito il gruppo del XIV Municipio"

Nel 2013 viene eletta portavoce consigliere capitolino e a febbraio dopo aver vinto le primarie sul blog di Beppe Grillo con 1764 voti, pari al 45,5% dei votanti, diventa ufficialmente candidata sindaco del M5s. Parte così il lungo tour elettorale alla conquista di Roma, dagli schermi tv ai quartieri capitolini, dal centro alle periferie, dai mercati rionali ai parchi pubblici, pronta a vestire anche i panni di 'cameriera per un giorno' servendo aperitivi ad attivisti e simpatizzanti M5S per finanziare la campagna grillina.

Una maratona vissuta sempre sull'onda, non senza qualche 'scivolone'. Come le presunte omissioni sul curriculum, dal praticantato nello studio Previti alla presidenza del cda di una società, l'Hgr, all'epoca amministrata da Gloria Rojo, segretaria di Franco Panzironi, uomo incappato in diversi guai giudiziari prima per Parentopoli poi per Mafia Capitale. Fino alla bufera, alla vigilia della giornata di silenzio elettorale, in cui finisce per la notizia di una consulenza dalla Asl di Civitavecchia.

"Non abbiamo paura del loro fango", ribatte fino all'ultimo momento della campagna elettorale durante la quale parla di lotta agli sprechi, della sua ricetta per Atac fino al 'no' alle Olimpiadi. "Il mio primo atto da sindaco sarà un gesto simbolico: il taglio della carta di credito del sindaco", afferma fin dall'inizio, mentre sull'azienda di trasporto pubblico capitolino, per la quale immagina una buona gestione in mano pubblica, annuncia un giro di vite contro gli evasori.

E ancora, la partita del debito capitolino: "Occorre fare un audit immediato e soprattutto occorre provare a rinegoziare i tassi di mutuo", sottolinea più volte l'ormai neosindaco durante la campagna elettorale, culminata con la chiusura del 3 giugno in piazza del Popolo, con il sostegno dei membri del Direttorio M5S e dei parlamentari pentastellati.

Il 5 giugno la 37enne grillina salta il primo ostacolo verso la guida della città. Favorita dai sondaggi, passa il primo turno con il 35,26% dei voti, staccando di oltre 10 punti il candidato del centrosinistra Roberto Giachetti. "I romani sono pronti a voltare pagina, il vento sta cambiando", commenta a caldo il risultato delle urne che segna un autentico trionfo nel municipio X, quello di Ostia, commissariato dopo i fatti di Mafia Capitale.

Qui il M5s vola sopra il 40% e non a caso l'ultimo atto, la manifestazione di chiusura della campagna di Raggi prima dei ballottaggi, va in scena proprio sul lungomare di Ostia. "Abbiamo iniziato un percorso, ci siamo radunati e come cittadini abbiamo deciso di lasciare i divani e smettere di lamentarci, ma darci da fare per riprenderci il nostro futuro e oggi siamo qui. Ora dobbiamo fare un ultimo sforzo, andare tutti a votare perché il risultato non è scontato", afferma all'ultimo comizio. Oggi quel risultato, non scontato, è realtà.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza