cerca CERCA
Mercoledì 01 Dicembre 2021
Aggiornato: 23:22
Temi caldi
ISSN 2465-194X

Rotocalco n. 17 del 22 aprile 2020

22 aprile 2020 | 14.16
LETTURA: 2 minuti

Ormai lo si sa. II turismo sarà uno dei settori che più di altri uscirà con le ossa rotte dallo tsunami del coronavirus. Molto probabilmente ci sarà una perdita secca di nove mesi su dodici. E la prossima stagione balneare sarà la cartina tornasole di come andranno le cose di qui a fine anno. Celebrazioni virtuali e flash mob per il 75esimo anniversario della sconfitta del nazifascismo. L’Anpi: "Anche da questo momento ne usciremo forti e liberi". Sono passasti quasi due mesi dalla chiusura dei ristoranti per la pandemia da Covid - 19. Mesi che pesano, sui conti, spesso imprese a conduzione familiare. In attesa della ripartenza molti brand dell'alta cucina italiana e non solo stanno sperimentando il delivery d'autore, le consegne a domicilio e hanno aperto le cucine delle loro case al proprio pubblico social. Ma come è cambiata la vita degli chef ai tempi del coronavirus? 

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza