cerca CERCA
Sabato 01 Ottobre 2022
Aggiornato: 16:08
Temi caldi

Russia: 231 persone fermate a protesta contro condanne per piazza Bolotnaya

21 febbraio 2014 | 18.24
LETTURA: 2 minuti

Mosca, 21 feb. (Adnkronos/Dpa) - Fermate oggi a Mosca 231 persone che protestavano di fronte al tribunale distrettuale di Zamoskvoretsky, dove otto imputati del 'caso Bolotnaya' sono stati giudicati colpevoli. La sentenza sara' pronunciata solo lunedi, ma l'accusa ha chiesto contro di loro condanne comprese fra i cinque e i sei anni di carcere.

Si e' trattato, ha denunciato l'ex detenuto ed ex oligarga Mikhail Khodorkovsky, di un ''processo farsa'' con l'obiettivo di rendere chiaro che il presidente Vladimir Putin non e' disposto a tollerare qualsiasi forma di dissenso, in particolare dopo quanto e' accaduto in queste ultime settimane in Ucraina. Di fronte al tribunale, per la manifestazione di protesta non autorizzata, c'erano oggi 400 persone, fra cui Nadezhda Tolokonnikova e Maria Alyokhina delle Pussy Riot e il blogger Alexei Navalny. I manifestanti hanno osservato un minuto di silenzio per i morti a Kiev.

Sergei Krivov, Alexandra Naumova, Andrei Barabanov, Stepan Zimin, Denis Lutskevich, Alexei Polikhovich, Artyom Savyolov e Yaroslav Belousov, che durante il processo si sono dichiarati innocenti e hanno attribuito la responsabilita' dei disordini di cui sono accusati alle forze dell'ordine, sono stati condannati per il loro coinvolgimento negli scontri in piazza a Mosca il 6 maggio del 2012, la vigilia del ritorno di Putin al Cremlino per il suo terzo mandato da presidente.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza