cerca CERCA
Martedì 06 Dicembre 2022
Aggiornato: 18:36
Temi caldi

Russia, ambasciata a Roma: "Respinte dichiarazioni italiane su referendum"

03 ottobre 2022 | 15.52
LETTURA: 1 minuti

Dopo l'incontro alla Farnesina

alternate text

L'ambasciatore russo a Roma, Sergei Razov, convocato alla Farnesina dal segretario generale del ministero, Ettore Sequi, che condannato i referendum "farsa" nelle quattro regioni ucraine occupate, "ha respinto categoricamente le dichiarazioni della parte italiana". E' quanto si legge in una nota dell'ambasciata russa, che dà conto dell'incontro alla Farnesina di questa mattina.

"L'ambasciatore - si legge - è stato invitato al ministero degli Esteri della Repubblica Italiana, dove è stato ricevuto dal segretario generale della Farnesina, ambasciatore Ettore Francesco Sequi. Nel corso del colloquio, il diplomatico italiano ha annunciato le valutazioni ufficiali concordate a livello dell'Ue sui referendum terminati il ​​27 settembre nelle repubbliche popolari di Donetsk e di Luhansk, nelle regioni di Kherson e di Zaporozhzhia, a seguito dei quali sono entrati a far parte della Federazione Russa".

"Da parte sua, l'ambasciatore di Russia ha respinto categoricamente le dichiarazioni della parte italiana e ha esposto le sue posizioni in merito alle questioni che sono state toccate nello spirito di quanto disposto dal discorso del presidente della Federazione russa Vladimir Putin nella Sala di San Giorgio del Gran Palazzo del Cremlino il 30 settembre", conclude la nota.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza