cerca CERCA
Mercoledì 17 Agosto 2022
Aggiornato: 14:41
Temi caldi

Russia, Stoltenberg: "Minaccia a sicurezza Nato"

27 giugno 2022 | 13.21
LETTURA: 2 minuti

Il segretario generale dell'Alleanza atlantica: "Aumenteremo forze di risposta fino a 300mila unità"

alternate text
(Afp)

La Russia rappresenta "una minaccia per la sicurezza" della Nato. E' quanto ha detto il segretario generale dell'Alleanza atlantica Jens Stoltenberg in conferenza stampa a Bruxelles. Di sicuro la minaccia "più significativa e diretta" ribadisce anticipando come sarà definita nel nuovo concetto strategico della Nato che sarà approvato al vertice di mercoledì e giovedì a Madrid. "Sono fiducioso che Vladimir Putin capisca le conseguenze di attaccare un Paese della Nato, provocherebbe la risposta di tutta l'Alleanza: siamo preoccupati per l'aumento delle capacità militari russe a Kaliningrad". ha detto il segretario generale della Nato, parlando della situazione nella exclave russa e delle tensioni con la Lituania.

RAFFORZAMENTO NATO - Al vertice di Madrid di mercoledì e giovedì "rafforzeremo i nostri battaglioni" sul fianco est, portandoli "al livello di brigate e trasformeremo la Forza di risposta della Nato, accrescendo il numero" delle unità, fino a "oltre 300mila", mentre al momento conta su 40mila uomini. "siamo molto vicini all'obiettivo" di spese per la difesa del 2% del Pil da raggiungere entro il 2024, sottolinea Stoltenberg. Il numero uno dell'Alleanza atlantica ha riferito che "nove alleati hanno raggiunto o superano l'obiettivo del 2%, 19 hanno piani chiari per raggiungerlo entro il 2024, mentre altri cinque hanno preso impegni concreti per raggiungerlo dopo".

CINA - Per quanto riguarda la Cina, sottolinea Stoltenberg sempre in relazione al nuovo concetto strategico dell'Alleanza, "pone una sfida ai nostri interessi, sicurezza e valori".

SVEZIA E FINLANDIA - "Non posso fare promesse, ma stiamo lavorando attivamente per fare progressi" sulla questione dell'ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato e "sono felice" che i leader dei due Paesi ed il presidente turco Recep Tayyip Erdogan "abbiano accettato il mio invito" per un incontro a Madrid domani, alla vigilia del vertice di Madrid. "Lavoriamo intensamente per una soluzione al più presto possibile" spiega.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza