cerca CERCA
Martedì 19 Ottobre 2021
Aggiornato: 13:27
Temi caldi

Russiagate, primi capi d'accusa

28 ottobre 2017 | 10.16
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp)

Prime incriminazioni nell'inchiesta guidata dal procuratore speciale Robert Mueller sulle presunte interferenze russe nella campagna elettorale americana. Ad approvare le accuse è stato - secondo quanto riporta oggi la Cnn citando fonti a conoscenza della vicenda - un gran giurì federale.

I capi di imputazione sono ancora sigillati su ordine di un giudice federale, riporta l'emittente americana, secondo cui già lunedì alcune persone coinvolte potrebbero essere arrestate. Al momento non si conoscono le accuse e dall'ufficio del procuratore speciale non è arrivato alcun commento.

Il team di Mueller ha cercato di far luce sulle attività di lobbying svolte dall'ex direttore della campagna di Trump Paul Manafort, dall'ex consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn e altri.

"COSA È ACCADUTO", si legge in un tweet del presidente americano Donald Trump, che riporta poi il link a un articolo del New York Post dal titolo 'Come il team Hillary ha preso in giro la stampa sulla Russia'. Nell'articolo si afferma che "potrebbe in realtà essere stata Hillary ad avvicinarsi di più a una collusione con Mosca descrivendo Trump come un traditore russo di quanto abbia fatto Trump in tutto ciò che ha tentato per battere Hillary". Sotto il link, Trump scrive, sempre in lettere maiuscole, "ORA SAPPIAMO!".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza