cerca CERCA
Sabato 22 Gennaio 2022
Aggiornato: 15:52
Temi caldi

Colosseo: Russo, 'incisione iniziali manifestazione di inciviltà dilagante'

26 aprile 2019 | 15.57
LETTURA: 3 minuti

alternate text

"E' una manifestazione di inciviltà dilagante data dalla mancanza di cultura e di conoscenza dei luoghi e dei monumenti che si visitano". Così, conversando con l'Adnkronos, la direttrice del Parco del Colosseo, Alfonsina Russo, commenta l'atto di vandalismo commesso ieri pomeriggio da una turista israeliana, sorpresa dalla vigilanza interna a incidere con una pietra su un pilastro dell'Anfiteatro Flavio le lettere 'EIAAP', iniziali dei nomi del marito e dei figli.

"E' successo ieri - spiega la Russo - e per fortuna non è una cosa rilevante, è un danno lievissimo e il pilastro sarà ripristinato quanto prima. Si tratta di un atto di inciviltà dilagante, così come quello della turista che ha asportato un pezzetto di mosaico a Pompei. La cosa che colpisce - osserva la direttrice - è che sono turisti che vengono dall'estero per conoscere il cuore della civiltà occidentale".

La turista israeliana di ieri è stata denunciata a piede libero dai Carabinieri per danneggiamento aggravato, dopo la segnalazione del personale di sorveglianza interna del Colosseo "cui va un plauso - dice la Russo - per il suo impegno nel costante controllo del comportamento dei visitatori e per gli interventi che mette in atto quando c'è qualche cosa che non va. Queste persone andrebbero segnalate e andrebbe loro proibita la frequentazione dei luoghi di cultura - conclude la Russo - perché mettono a rischio monumenti e opere d'arte".

La turista israeliana, che si è giustificata spiegando di voler ricordare la propria vacanza lasciando un segno del suo passaggio, ha messo in scena lo stesso copione dei tanti che l'hanno preceduta: dal canadese di 15 anni in vacanza coi genitori, denunciato per danneggiamento aggravato di beni monumentali perché sorpreso a scrivere il proprio nome con una matita nera su alcune pietre del perimetro esterno del Colosseo, alla vigilessa francese che nel travertino ha scritto il suo nome e la data del soggiorno romano, fino all'indiano che, stanco dei soliti souvenir, era stato notato mentre si infilava in tasca un pezzo di laterizio.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza