cerca CERCA
Mercoledì 16 Giugno 2021
Aggiornato: 22:34
Temi caldi

Salute: al Congresso Usa battaglia per 'junk food' contro crociata Michelle (2)

30 maggio 2014 | 15.29
LETTURA: 2 minuti

(Adnkronos Salute) - In realtà, dietro all'offensiva repubblicana in favore del junk food nelle scuole vi sono anche gli interessi di lobby importanti, quelle dell'industria alimentare che vende alle scuole pizza, patatine surgelate e altro cibo confezionato. E così hanno convinto la School Nutrition Association, importante lobby di Washington, a cambiare repetinamente posizione, abbandonando la collaborazione con la Obama nella campagna salutista, per andare invece a cercare aiuto al Congresso. Un cambio di rotta che ha sorpreso e preoccupato la Casa Bianca.

La misura, che Michele nei giorni scorsi ha attaccato come una vera e propria presa di posizione in favore del junk food, approvata in Commissione è quindi un primo risultato, ma ora dovrà essere valutata da Camera e Senato. Intanto, agli esempi delle scuole che protestano per il cibo sano, la Obama ha presentato nei giorni scorsi le storie ben diverse provenienti da distretti scolastici, non solo quelli cittadini di New York e Los Angeles, dove è scontata una maggiore consapevolezza riguardo alla qualità del cibo, ma anche di un distretto rurale della Georgia, con un alta percentuale di studenti poveri.

La direttrice dei servizi di mensa del distretto, Donna Martin, ha ammesso che all'inizio è stato difficile, soprattutto togliere dal menù il pollo fritto, praticamente il piatto nazionale nel Sud, ma che ora i ragazzi sono contenti di mangiare insalata e frutta. E per quanto riguarda il pollo, "ora abbiamo un pollo al forno alle erbe che i ragazzi adorano", come le patate al forno, i cereali integrali e prodotti localmente per la colazione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza