cerca CERCA
Sabato 18 Settembre 2021
Aggiornato: 09:08
Temi caldi

Salute: cyberbullismo prima angoscia teenager, rischi gia' a 9 anni

25 febbraio 2014 | 11.00
LETTURA: 3 minuti

Roma, 25 feb. (Adnkronos Salute) - E' la prima angoscia dei teenager nativi digitali, e dei loro genitori. "Anche perché il cybebullismo è un fenomeno in crescita esponenziale: il 62% dei bambini ha a disposizione un telefonino proprio, e il 44,4% lo riceve già tra i 9 e gli 11 anni, magari come regalo per la comunione. Insomma, i rischi si manifestano già alle elementari. E se le offese, gli insulti e le aggressioni sono virtuali, non per questo fanno meno male: lo dimostrano le storie dei giovanissimi suicidi di questo inizio 2014". A descrivere all'Adnkronos Salute un fenomeno "allarmante e in crescita esponenziale" è Federico Tonioni, dell'Istituto di Psichiatra e Psicologia dell'Università Cattolica di Roma. Proprio, nella Capitale, al Policlinico Gemelli, apre infatti un ambulatorio dedicato all'ascolto e alla cura delle vittime del cyberbullismo.

Una struttura "nata anche dalle segnalazioni di genitori e insegnanti", aperta non solo alle vittime ma anche ai cyberbulli, per curare ma anche prevenire un fenomeno sempre più in crescita in Italia, ma anche nel Lazio e nella Capitale. Coordinato da Tonioni, l'ambulatorio sarà dedicato alla prevenzione e alla cura psicologica delle giovani vittime da cyberbullismo, estendendo questa funzione alla riabilitazione di adolescenti aggressivi con disturbi comportamentali e tendenza antisociale. Un'iniziativa che nasce in collaborazione con la Polizia di Stato e in continuità con l'Ambulatorio per la dipendenza da Internet del Policlinico Gemelli, di cui è responsabile sempre Tonioni, che dal 2009 - primo nel suo genere in Italia - ha accolto e curato oltre 600 pazienti.

L'ambulatorio per il cyberbullismo, spiega l'esperto, fa riferimento al Day hospital di Psichiatria e Farmacodipendenze del Gemelli (di cui è responsabile Pietro Bria) e all'Istituto di Psichiatria e Psicologia della Cattolica di Roma (diretto da Eugenio Mercuri). Per accedere all'ambulatorio è necessario prenotare una visita, telefonando da lunedì a venerdì, dalle ore 11 alle 13, al numero 06-30154122. La cura e la riabilitazione saranno svolte attraverso psicoterapia e terapia di gruppo, con uno spazio di ascolto anche per i genitori "spesso privi delle armi per intervenire in modo efficace. Oggi infatti, se chiedi a un bambino di 10 anni armato di smartphone, spiegherà che Facebook è 'da vecchi'. Loro vanno su Instagram e soprattutto su Ask, una piazza virtuale pericolosissima perché anonima, dove si nascondono anche pedofili e dove le dinamiche sono esacerbate: qui l'aggressività tipica dell'adolescenza non trova limiti". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza